25° TORINO FILM FESTIVAL
ITALIANA.DOC

Biùtiful Cauntri

Biùtiful Cauntri

Nazione: Italia
Anno: 2007
Durata: 73'


Alcuni allevatori vedono morire le loro pecore a causa della diossina, un educatore lotta contro i crimini ambientali e i contadini coltivano terre inquinate dalla vicinanza delle discariche: sono alcune delle storie che denunciano e testimoniano il massacro della Campania, una delle regioni italiane con il maggior numero di discariche abusive. Sullo sfondo, una camorra imprenditrice che usa camion e pale meccaniche al posto delle pistole. Un magistrato parla di camorra dai colletti bianchi, d’imprenditoria deviata e d’istituzioni colluse, svelando i meccanismi di un’attività violenta che, nel tempo, provoca più morti di qualsiasi altro fenomeno criminale.«Ci siamo chiesti come sia possibile che, nel 2007, in Italia, si possa vivere così... Il problema dei rifiuti investe meccanismi ampi e complessi che riguardano la politica, l’economia, la criminalità, la salute pubblica e che interessano non solo la Campania, ma l’intero Paese. Noi, in qualche modo, abbiamo cercato di raccontarlo, partendo da Acerra, Qualiano, Giugliano, Villaricca, comuni a venticinque chilometri da Napoli».

Biografia

regista

Esmeralda Calabria

Montatrice, ha collaborato con diversi registi tra cui Roberto Andò, Francesca Archibugi, Giorgio Diritti, i fratelli D’Innocenzo, Nanni Moretti, Giuseppe Piccioni, Michele Placido, Paolo Virzì. Nel corso della sua carriera ha vinto tre David di Donatello, due Ciak d’oro e due Nastri d’Argento per il suo lavoro come montatrice. Da regista ha realizzato nel 2007, con Peppe Ruggiero e Andrea D’Ambrosio, il suo primo lungometraggio Biùtiful cauntri, vincitore di una menzione speciale al Torino Film Festival e poi Nastro d’Argento per il miglior documentario distribuito. Nel 2016 ha fondato la società di produzione Akifilm, con cui ha prodotto i documentari Upwelling di Pietro Pasquetti e Silvia Jop (Premio della giuria al Vision du Réel di Nyon); Lievito madre, di cui ha firmato il montaggio e la regia con Concita De Gregorio (Evento Speciale alla Mostra di Venezia del 2017); In questo mondo di Anna Kauber, vincitore della sezione Italiana.doc al Torino Film Festival del 2018; e il corto Preghiera della sera di Giuseppe Piccioni (Orizzonti, Mostra di Venezia del 2021).

FILMOGRAFIA

Biùtiful cauntri (coregia Peppe Ruggiero, Andrea D’Ambrosio, doc, 2007), Lievito madre - Le ragazze del secolo scorso (coregia Concita De Gregorio, doc, 2017), Parlate a bassa voce (doc, 2022).

Andrea D'Ambrosio

(Roccadaspide, Salerno, 1975) ha frequentato la Nuova Università del Cinema e della Televisione di Roma diplomandosi in regia. Con il cortometraggio Ecce Nanni (1998) ha vinto il Nastro d’argento e con Pesci combattenti (2002) diversi altri premi. È stato anche assistente alla regia in Storia di una capinera (1993) di Franco Zeffirelli.

FILMOGRAFIA

Andrea D’Ambrosio:Ecce Nanni (cm, doc., 1998), Attori di vita (doc., 1999), Gli anni nel cassetto (doc., 1999), Nel paese di temporali e di primule (doc., 2000), Come una nuvola che danza (doc., 2001), Pesci combattenti (doc., 2002), Checosamanca (doc. collettivo/collective doc., 2006).Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio:Biùtiful cauntri (doc., 2007).

Cast

& Credits

regia/director Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio
soggetto, sceneggiatura/story, screenplay Esmeralda Calabria, Andrea D’Ambrosio Giuseppe Ruggiero
fotografia/director of photography Alessandro Abate
montaggio/film editor Esmeralda Calabria
musica/music Paranza Vibes (Valerio Camporini Faggioni, Guido Zen)
suono/sound Daniele Maraniello
produttore/producer Lionello Cerri
produzione/production Lumière & Co.

TFF

premi

ITALIANA.DOC 2007

Menzione speciale

Menu