32° TORINO FILM FESTIVAL
ONDE

A MILLION MILES AWAY

A MILLION MILES AWAY
di Jennifer Reeder
Nazione: USA
Anno: 2014
Durata: 28'


La malinconia come mezzo di sopravvivenza nel Midwest. Una quarantenne sull’orlo del fallimento e un gruppo di ragazzine vivono contemporaneamente la versione sovrannaturale di un racconto di formazione. La trasformazione è tesa e al tempo stesso tenera, e si snoda pazientemente facendosi contagiare dal beat di un inno heavy metal degli anni Ottanta, arrangiato però come se fosse un lamento. 

Biografia

regista

Jennifer Reeder

Jennifer Reeder (Ohio, Usa) ha ottenuto un master in belle arti presso l’Istituto d’arte di Chicago e lavora come professore associato di cinema e direttrice del dipartimento d’arte presso la Scuola d’arte dell’Università dell’Illinois di Chicago. Nella sua filmografia conta più di quaranta videoprogetti e diverse sceneggiature. Con And I Will Rise If Only to Hold You Down (2011) ha partecipato fuori concorso al Kurzfilmtage di Winterthur, in Svizzera, prima di incontrare il successo internazionale proprio con A Million Miles Away, presentato in anteprima al Festival di Rotterdam e premiato nei festival di Chicago, Ann Arbor, Oberhausen e Vienna. Una selezione di suoi lavori è stata presentata in una personale alla Viennale nel 2013. 

FILMOGRAFIA

White Trash Girl (1995), The Heart and Other Small Shapes (cm, 2006), Claim (cm, 2007), Accidents at Home and How They Happen (2008), Seven Songs About Thunder (cm, 2010), Tears Cannot Restore Her: Therefore, I Weep (cm, 2011), And I Will Rise If Only to Hold You Down (cm, 2011), Girls Love Horses (cm, 2011), A Million Miles Away (cm, 2014). 

Dichiarazione

regista

«Sono sempre stata influenzata dalla mia nonna paterna, una storica, docente universitaria e genealogista. I racconti sulla sua vita e su quella di altre donne eccezionali hanno permeato la mia infanzia e, da adulta e insegnante io stessa, hanno incoraggiato il mio interesse per la narrazione, intesa come mezzo di comunicazione personale e verifica della comprensione cognitiva ed emotiva. Il mio lavoro è femminista: disturba e sfida le rappresentazioni convenzionali della vita della donna (e in questo caso delle adolescenti). Considero i miei progetti narrativi una forma di attivismo, sia sociale sia artistico».

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Jennifer Reeder
fotografia/cinematography
Chris Rejano
montaggio/film editing
Mike Olenick
musica/music
Jenne Lennon
suono/sound
Paul Dickinson
interpreti/cast
Jennifer Estlin, Amaya Lorick, Crystal Staley, Grace Davies, Grace Etzkorn, Isabella Ciampa, Kara Ryan, Kasey Busiel, Kasia Wilson, Kelsey Ashby-Middleton, Kristyn Zoe Wilkerson, Kyrie Courter, Margaret O’Connell, Marissa Castillo, Morgan S. Reesh, Reilly Golden, Rubey Mendoza, Sydney L. Cusic, Talie Leeb, Emma Seslowsky, Ultra-Violet Archer
produttore/producer
Steven Hudosh
contatti/contacts
Jennifer Reeder
Menu
X
X