36° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE

I NOMI DEL SIGNOR SULCIC

I NOMI DEL SIGNOR SULCIC
di Elisabetta Sgarbi
Nazione: Italia
Anno: 2018
Durata: 80'


Irena Ruppel scopre cose inaudite della sua vita quando, in compagnia della sua amica Ivana, arriva in una valle remota nel Delta del fiume Po. E si direbbe che sappia molte cose di Gabriele, il valligiano che la accoglie, il quale, a sua volta, rimane incuriosito e sconcertato da questa affascinante donna slovena che sembra non parlare italiano, ma che pare capire tutto quello che accade. Un viaggio nella memoria personale e collettiva, tra spie naziste, fascisti, milizie di Tito, identità vere e false, padri e figli, veri o presunti tali.

Biografia

regista

Elisabetta Sgarbi

Elisabetta Sgarbi (Ferrara, Italia) ha fondato e dirige La Nave di Teseo Editore. Ha ideato, e da diciannove anni ne è direttore artistico, il festival internazionale La Milanesiana, dedicato a letteratura, musica, cinema, scienza, arte, filosofia e teatro. Dal 1999 dirige e produce i suoi lavori cinematografici, che sono stati spesso presentati al Torino Film Festival.

FILMOGRAFIA

filmografia essenziale/essential filmographyFrammenti di una biografia per versi e voce (cm, 1999), Projeto meninos de luz (cm, 2000), (non sempre) merci beaucoup (cm, 2000), La consolazione e la spina dolorosa (cm, 2001), Alladin Flash(-back) (cm, 2001), Belle di notte (mm, 2001), La notte che si sposta - Gianfranco Ferroni (mm, 2002), Rue de Varenne (cm, 2002), Notte senza fine (2004), Due contro una (mm, doc., 2005), NevicheRò (2006), Il pianto della statua (mm, 2007), L’ultima salita - La Via Crucis di Beniamino Simoni (doc., 2009), Deserto Rosa - Luigi Ghirri (doc., 2009), Cosa è l’avanguardia? (doc., 2011), L’invenzione di Ariosto - Tullio Pericoli (doc., 2011), Racconti d’amore (2013), Per soli uomini (2014), Il pesce siluro è innocente (2014), Colpa di comunismo (doc., 2015), La lingua dei furfanti (cm, doc., 2016), L’altrove più vicino. Un viaggio in Slovenia (mm, doc., 2017).

Dichiarazione

regista

«Portami via la memoria e non sarò mai vecchio” è la frase che chiude il film, il verso di un poeta ferrarese che mio padre amava molto e che ho voluto inserire nel film. Perché è sì un film sulla memoria, sul passato che si riaffaccia, su fantasmi – molto poco immateriali – che sorprendono il presente di un uomo che vive, ignaro, la sua vita normalmente. Ma è anche un film che celebra la sfrontatezza del vivere, di potere dire di no al cumulo del passato e della storia. A volte, un gesto liberatorio è un gesto di libertà».

Cast

& Credits

regia/director
Elisabetta Sgarbi
sceneggiatura/screenplay
Eugenio Lio, Elisabetta Sgarbi
fotografia/cinematography
Andrés Arce Maldonado
musica/music
Franco Battiato
interpreti/cast
Ivana Pantaleo, Lučka Počkaj, Roberto Herlitzka, Paolo Graziosi, Adalberto Maria Merli, Livio Vasieri, Claudio Magris, Giorgio Pressburger, Elena Radonicich, Gabriele Levada, Claudio Candiani, Giorgio Moretti, Camilla Boneschi, Branko Završan, Tatiana Rojc, Zdracko Duša
produzione/production
Betty Wrong, Rai Cinema

**
contatti/contacts
RaiCinema
[email protected]
www.raicinema.rai.it
Menu
X
X