36° TORINO FILM FESTIVAL
TORINO 36

LA DISPARITION DES LUCIOLES

THE FIREFLIES ARE GONE
di Sébastien Pilote
Nazione: Canada
Anno: 2018
Durata: 96'


In una ex città industriale del Québec, la giovane e inquieta Léo incontra Steve, un chitarrista solitario e sbandato. Léo vive con la madre e il patrigno Paul, un conduttore radiofonico di idee populiste che tempo prima ha costretto ad andarsene dalla città il padre della ragazza, Sylvain, un ex leader sindacale al quale lei è molto affezionata. Estranea al suo stesso mondo, Léo troverà una nuova serenità grazie alla relazione con Steve, scandita dalle lezioni di chitarra e da un nuovo lavoro estivo, e forse la forza di andarsene.

Biografia

regista

Sébastien Pilote

Sébastien Pilote (Canada, 1973) si è laureato in arte e cinema all’Università del Québec a Chicoutimi e ha poi lavorato come programmatore al Festival Regard sur le court métrage di Saguenay. Ha quindi diretto quasi cento reportage televisivi a tema sociale, ottenendo quattro nomination ai Prix Gémeaux. Nel 2007 ha diretto il primo cortometraggio, Dust Bowl Ha! Ha!, che ha partecipato a numerosi festival internazionali vincendo, tra gli altri premi, quello dell’associazione dei critici di cinema del Québec, quello di miglior cortometraggio al Festival du nouveau cinéma di Montréal e il Grand Prix al Festival di cortometraggi di Barcellona. Il suo primo lungometraggio, Le vendeur (2011), è stato presentato in oltre sessanta festival, tra cui il Sundance, Salonicco e il Torino Film Festival, dove ha vinto il premio Fipresci. Con Le démantèlement (2014) ha partecipato alla Semaine de la critique di Cannes e vinto ancora il premio Fipresci al Torino Film Festival. La disparition des lucioles è il suo terzo lungometraggio.

FILMOGRAFIA

Dust Bowl Ha! Ha! (cm, 2007), Le vendeur (2011), Le démantèlement (2013), La disparition des lucioles (2018)

Dichiarazione

regista

«Volevo un film più accessibile dei precedenti, con la forma, o almeno le apparenze, di un’opera popolare. Cercavo uno stile semplice, diretto e non troppo poetico, in cui ogni inquadratura fosse il più essenziale possibile. Se il film fosse un romanzo o un racconto, avrebbe frasi brevi e piane; lo stile sarebbe disadorno, senza rinunciare alla metafora o all’allegoria. Forse sarebbe un graphic novel o una canzone… Fin dall’inizio mi dicevo che doveva ricordare una canzone pop: una piccola canzone con una melodia veloce, che fugge nel momento in cui appare, disturbante e mutevole».

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Sébastien Pilote
fotografia/cinematography
Michel La Veaux
montaggio/film editing
Stéphane Lafleur
scenografia/production design
Éric Barbeau
costumi/costume design
Sophie Lefebvre
musica/music
Philippe Brault
suono/sound
Gilles Corbeil, Olivier Calvert, Stéphane Bergeron
interpreti e personaggi/cast and characters
Karelle Tremblay (Léo), Pierre-Luc Brillant (Steve), François Papineau (Paul), Luc Picard  (Sylvain), Marie-France Marcotte (la madre di Léo/Léo’s mother)
produttori/producers
Bernadette Payeur, Marc Daigle
produzione/production
Corporation Acpav

**
contatti/contacts
Seville International
Ruby Rondina
[email protected]
www.filmsseville.com
Menu
X
X