YIGE HE BAGE

di Junzhao Zhang
THE ONE AND THE EIGHT - UNO E OTTO

Informazioni

Nazione: Cina

Anno: 1984

Durata: 90'

6° FESTIVAL INTERNAZIONALE CINEMA GIOVANI

Sezione:

Sinossi

Si narrano le vicende di una banda di ladri, disertori e spie, focalizzando l'attenzione sui complessi rapporti che si stabiliscono fra questi e un comandante cinese ingiustamente accusato e imprigionato insieme a loro.

"Il film si ispira a un lungo poema di Guo Xiaochuan sulla guerra contro i Giapponesi. La nostra troupe era composta da giovani appena diplomati alla Scuola di cinema di Beijing. Nessuno di noi era abbastanza vecchio per aver vissuto quella guerra. Abbiamo adattato il testo di partenza perché la visione della guerra che ne scaturiva era diversa da quella che di solito si trova in letteratura. Non vengono affrontati i rapporti fra i soldati e la popolazione, o come due eserciti si combattono fra loro, ma si narra una tragica storia di cui non si parla nelle cronache ufficiali o negli aneddoti storici. Il poema descrive un episodio della guerra attraverso un gruppo di figure di secondo piano. Un comandante, a torto dichiarato colpevole, viene imprigionato con otto banditi. Noi seguiamo i rapporti, complicati e conflittuali, che si instaurano all'interno del gruppo in questa malaugurata circostanza. Negli anni '50 e '60 il cinema cinese ha prodotto alcuni pregevoli film di guerra, come Dong conrui. Ancora oggi si realizzano dei film molto efficaci, incentrati su figure di eroi e sul sentimento patriottico. Ma ogni generazione deve creare una propria arte, superando i vecchi modelli. Per documentarci abbiamo parlato con molti veterani di guerra e fatto ricerche in musei militari e archivi. Poi, ben presto, abbiamo trovato un nostro filo conduttore da seguire la particolare forza che l'uomo trova in tempo di guerra e i risultati che si possono raggiungere grazie alla cooperazione. Il film doveva descrivere la rettitudine e la forza d'animo del comandante nell'affrontare la morte per la patria. Ma per fare ciò avremmo dovuto trascurare le nostre intenzioni originarie. Cosi, diversamente dal poema, il film sposta l'attenzione dal comandante ai banditi. Anch'essi fanno parte di questo paese. Non sono dei criminali, ma dei personaggi in continua trasformazione." (Zhang Junzhao)

Regia

Zhang Junzhao

Zhang Junzhao

Zhang Junzhao è nato a Nanluo (Provincia di Henan) nel 1952. Ha lavorato per cinque anni con un gruppo teatrale a Urumqi, prima di frequentare il Beijing Film Institute. Dopo aver terminato gli studi, nel 1982, inizia a lavorare come regista presso il Guangxi Film Studio, dove realizza il suo primo film, Yige he bage, che solo quest'anno ha ottenuto di poter essere proiettato all'estero.

Filmografia:
Yige he bage (1984), Jiazou Zhongguodui! (1985), Qimo de moshazhe (1986).

Cast and Credits

Regia: Zhang Junzhao.
Sceneggiatura: Zhang Ziliang, dal poema di Guo Xiaochuan.
Fotografia: Zhang Yimou, Xiao Feng.
Scenografia: He Qun.
Montaggio: Ci Minge.
Interpreti: Tao Ziru, Cheng Daoming, Lu Xiaoyan.
Produzione: Guangxi Film Studio.
Vendita all'estero: Southern Film Corp., 1900 Dominion Centre, 3539 Queen's Road East, Hong Kong Telex: 71671 SFILM HX.

Sinossi Approfondisci

Si narrano le vicende di una banda di ladri, disertori e spie, focalizzando l'attenzione sui complessi rapporti che si stabiliscono fra questi e un comandante cinese ingiustamente accusato e imprigionato insieme a loro.

"Il film si ispira a un lungo poema di Guo Xiaochuan sulla guerra contro i Giapponesi. La nostra troupe era composta da giovani appena diplomati alla Scuola di cinema di Beijing. Nessuno di noi era abbastanza vecchio per aver vissuto quella guerra. Abbiamo adattato il testo di partenza perché la visione della guerra che ne scaturiva era diversa da quella che di solito si trova in letteratura. Non vengono affrontati i rapporti fra i soldati e la popolazione, o come due eserciti si combattono fra loro, ma si narra una tragica storia di cui non si parla nelle cronache ufficiali o negli aneddoti storici. Il poema descrive un episodio della guerra attraverso un gruppo di figure di secondo piano. Un comandante, a torto dichiarato colpevole, viene imprigionato con otto banditi. Noi seguiamo i rapporti, complicati e conflittuali, che si instaurano all'interno del gruppo in questa malaugurata circostanza. Negli anni '50 e '60 il cinema cinese ha prodotto alcuni pregevoli film di guerra, come Dong conrui. Ancora oggi si realizzano dei film molto efficaci, incentrati su figure di eroi e sul sentimento patriottico. Ma ogni generazione deve creare una propria arte, superando i vecchi modelli. Per documentarci abbiamo parlato con molti veterani di guerra e fatto ricerche in musei militari e archivi. Poi, ben presto, abbiamo trovato un nostro filo conduttore da seguire la particolare forza che l'uomo trova in tempo di guerra e i risultati che si possono raggiungere grazie alla cooperazione. Il film doveva descrivere la rettitudine e la forza d'animo del comandante nell'affrontare la morte per la patria. Ma per fare ciò avremmo dovuto trascurare le nostre intenzioni originarie. Cosi, diversamente dal poema, il film sposta l'attenzione dal comandante ai banditi. Anch'essi fanno parte di questo paese. Non sono dei criminali, ma dei personaggi in continua trasformazione." (Zhang Junzhao)

Regia Tutto sui registi del film

Zhang Junzhao

Zhang Junzhao

Zhang Junzhao è nato a Nanluo (Provincia di Henan) nel 1952. Ha lavorato per cinque anni con un gruppo teatrale a Urumqi, prima di frequentare il Beijing Film Institute. Dopo aver terminato gli studi, nel 1982, inizia a lavorare come regista presso il Guangxi Film Studio, dove realizza il suo primo film, Yige he bage, che solo quest'anno ha ottenuto di poter essere proiettato all'estero.

Filmografia:
Yige he bage (1984), Jiazou Zhongguodui! (1985), Qimo de moshazhe (1986).

Cast and Credits Scopri il cast del film

Regia: Zhang Junzhao.
Sceneggiatura: Zhang Ziliang, dal poema di Guo Xiaochuan.
Fotografia: Zhang Yimou, Xiao Feng.
Scenografia: He Qun.
Montaggio: Ci Minge.
Interpreti: Tao Ziru, Cheng Daoming, Lu Xiaoyan.
Produzione: Guangxi Film Studio.
Vendita all'estero: Southern Film Corp., 1900 Dominion Centre, 3539 Queen's Road East, Hong Kong Telex: 71671 SFILM HX.