10° FESTIVAL INTERNAZIONALE CINEMA GIOVANI
Proposte 1992

D'amore si vive - parte seconda bell'amore

we live from love - part II Beautiful love

Nazione: Italia
Anno: 1992
Durata: 90'


Un'indagine su temi come la tenerezza, la sessualit` e l'amore non poteva essere racchiusa in una sola esperienza. Infatti alla prima parte che riguardava soprattutto la femminilit`, segue questa indagine focalizzata sugli uomini. È in fase di realizzazione la terza ed ultima parte Duo d'amore che affronta la realt` delle "coppie". Bell'amore, come tutta questa ricerca, ha avuto una gestazione lunga e complessa e i materiali sono stati proposti in proiezioni private per collaudarne l'interesse e la funzionalit`. Ora finalmente è giunto alla sua elaborazione definitiva. Vogliamo sottolineare che da questa ricerca è scaturita una tesi rivelatrice: i guasti nella gestione dei sentimenti all'interno dell'attuale nostra cultura sociale sono dovuti alla separazione di questi tre elementi strutturali nelle relazioni umane. La tenerezza vissuta a so, priva di sessualit` e amore, produce "ipocrisia". La sessualit` staccata dalla tenerezza e dall'amore produce "pornografia". E l'amore, qualsiasi forma di amore che non contenga sessualit` e tenerezza, produce "misticismo". Ecco perché l'attuale societ` si rivela come una societ` ipocrita, pornografica e mistica.
Considerazioni sull'uso del video
La qualit` rara del video nel "registrare" con la massima discrezione le sfumature della mimica umana e la sua capacit` di "durata tecnica" mi hanno consentito di lavorare con la massima disinvoltura, finalmente senza troupe, con poca o nessuna luce, con la stessa confidenza operativa di quando si scrive un romanzo o si dipinge un quadro. Ciò può significare per me e molti, spero molti altri, il crollo del pachiderma ipocrita del cinema "come industria" e lasciar posto al "cinema come espressione della creativit` umana". (Silvano Agosti)

Biografia

regista

Silvano Agosti

Silvano Agosti (Brescia, 1938) si iscrive nel 1960 al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove si diploma nel 1962 col cortometraggio La veglia. A Mosca, nel 1963, si specializza in montaggio e studia l'opera di Ejzens tejn. Nel 1967 esordisce nel lungometraggio con Il giardino delle delizie, mutilato dalla censura di 28 minuti. Dopo numerosi documentari «militanti», fonda la 11 Marzo Cinematografica, la cooperativa che produrrà tutti i suoi film. Dal 1976 al 1978 è docente di montaggio al Centro Sperimentale. Il suo cinema Azzurro Scipioni, nel quartiere Prati, diviene un punto di riferimento per i film d'arte. Nel 1983 termina D'amore si vive, ricerca sulla tenerezza, la sensualità e l'amore compiuta a Parma nell'arco di due anni. Nel 1984 pubblica il romanzo L'uomo proiettile. Seguono Uova di garofano, Il giudice, La ragion pura, La vittima.

FILMOGRAFIA

Il giardino delle delizie (Gardens of Delights, 1967),  Cinegiornali del movimento studentesco (1968), N. P. il segreto (1971), Altri seguiranno (1973), Scerscev (1973), Brescia 1974 ( 1974), Matti da slegare (Fit to Be Untied, coregia/codirectors Marco Bellocchio, Sandro Petraglia, Stefano
Rulli, 1975), Nel più alto dei cieli (In the Highest of Skies, 1977),  La macchina cinema (1978), Album concerto (1979), Un incontro (1981), Il buffone di Dio (1981), Runaway America (1982),  L’addio a Enrico Berlinguer (1984), D'amore si vive (1983), Quartiere (1987), Uova di Garofano (Sweet War, Farewell, 1992), Frammenti di vita clandestina (doc., 1993), L'uomo proiettile (1995), Trent'anni di oblio (1998), C'ero anch'io - Frammenti di lotte di strada (1998), La seconda ombra (2000), La ragion pura  (The Sleeping Wife, 2001), Dario Fo - Un ritratto (2002), La conquista della vita (doc., 2008). 

Cast

& Credits

Regia, sceneggiatura, suono e montaggio: Silvano Agosti.
Musica: Giuseppe Verdi.
Produzione: 11 Marzo Cinematografica, viale Giulio Cesare 128n, Roma.
Menu
X
X