Nazione: Italia
Anno: 1989
Durata: 20'


Questa edizione elettronica di Greenhouse Effect appartiene ad un progetto di proiezione di film Super8 realizzato per i concerti di Steven Brown. È infatti il titolo di una struttura espressiva composta da un'esecuzione musicale e una visiva che, partendo dal Belgio fino a raggiungere il sud dell'Italia, ha assunto un'anima itinerante modificata dal tempo e dai luoghi.

"Trasformando di volta in volta le camere d'albergo in compatte sale di montaggio e preproiezione per film Super8, Greenhouse Effect ha avuto come scopo quello di descrivere l'attuale stato di salute dell'astronave Terra con un linguaggio più vicino al cuore." (Roberto Nanni

Biografia

regista

Roberto Nanni

Roberto Nanni (Bologna, 1960) ha collaborato in passato con il gruppo di musicisti statunitensi Tuxedomoon, e in particolare con Steven Brown con il quale ha realizzato nel 1989 Greenhouse Effect e nel 1996 Piccoli ostinati. Con L'amore vincitore. Conversazione con Derek Jarman, al Festival Cinema Giovani 1993 ha vinto il primo premio della sezione non ficion di Spazio Italia e il premio del pubblico «Achille Valdata». Attualmente vive e lavora a Roma.

FILMOGRAFIA

Ciprea Annulus (1985), Pexer (1987), Fuori quadro (1989), Fluxus. Milano poesia (1989, co-regia Giuseppe Baresi), Greenhouse Effect (1989), Luci alte. Alì vs Frazier (1992), L'amore vincitore. Conversazione con Derek Jarman (1993), Piccoli ostinati (1996), Lei mi vede così (1997), Attraverso un vetro sporco (1999), Antonio Ruju. Vita di un anarchico sardo (2001).

Cast

& Credits

Regia, fotografia, suono e montaggio: Roberto Nanni.
Musica: Steven Brown.
Produzione: Roberto Nanni Steven Brown, via Serena 1, Bologna, tel. +39-051-6331645.
Menu
X
X