Nazione: Italia
Anno: 1992
Durata: 4'30''


Zia Enza è in partenza. Dove va? Da dove viene? In fondo è sempre questo l'inquietante interrogativo che tormenta l'uomo fin dai primordi. Anche la donna. Adesso perfino le ziette non sono al riparo dal dubbio esistenziale...

"Amos Melodies e Zia Enza è in partenza sono stati realizzati durante la lavorazione del makingon che Cinico Video ha prodotto quest'anno per Metamorfosi di una melodia di Amos Gitai. Lo spettacolo (si trattava della prima regia teatrale di Gitai) è stato presentato alle Orestiadi di Gibellina in luglio e aveva come interpreti Samuel Fuller, Hanna Schygulla e Enrico Lo Verso. Dopo quasi due mesi di riprese ci siamo ritrovati con diverse ore di materiale girato (video, pellicola, 16mm e Super8): da un lato momenti salienti del lavoro di Amos, dall'altro i preziosi (esilaranti) ricordi di Fuller, con cui abbiamo ripercorso 40 anni di cinema americano. Infine Roberta Torre è riuscita, sempre ai ruderi di Gibellina, a 'conversare' con un'Hanna Schygulla ben disposta a parlare del cinema che ha fatto, dei registi e degli attori che ha conosciuto (Fassbinder c'è ma non troppo ... ), della propria vita e, bontà sua, perfino della nostra Sicilia (sono tutti materiali attualmente in montaggio e verranno ultimati entro l'anno). È dunque con queste piccole produzioni in valigia che Cinico Video va in giro per l'Italia a far sapere che non produce soltanto Cinico TV, a far sapere che è disposta a produrre anche 'forestieri' (torinesi, milanesi, romani, etc.). Loro, di PaIermo..." (Ciprì & Maresco)

Biografia

regista

Roberta Torre

Roberta Torre (Milano, 1962) inizia a dirigere documentari e cortometraggi, tra cui Le anime corte nel 1994, premiato al Torino Film Festival. Esordisce nel lungometraggio nel 1997 con il musical Tano da morire, per cui ottiene i premi Kodak, Fedic e Luigi De Laurentiis alla Mostra di Venezia e il David di Donatello per la miglior regista esordiente. Successivamente dirige Sud Side Stori (2000), Angela (2002), Mare Nero (2006), con cui partecipa in concorso a Locarno, I baci mai dati (2010), tratto dal suo omonimo romanzo e insignito del premio Brian a Venezia e presentato al Sundance. Parallelamente alla carriera cinematografica lavora come regista teatrale e scrittrice: oltre al già citato I baci mai dati, nel 2014 pubblica Il colore è una variabile dell’infinito.   

FILMOGRAFIA

Cronica (cm, 1989), Senti amor mio? (cm, 1994), Le anime corte (cm, 1994), Spioni (cm, doc., 1995), Appunti per un film su Tano (cm, doc., 1995), Palermo bandita (cm, doc., 1996), Tano da morire (1997), Sud Side Stori (2000), Il viaggio lungo di Arul, Rani e Vivetas (doc., 2002), Angela (2002), La malacanzone (doc., 2005), Mare Nero (2006), All Human Rights for All (ep. La fabbrica, cm, doc., 2008), La notte quando è morto Pasolini (cm, doc., 2009), Itiburtinoterzo (cm, doc., 2009), I baci mai dati (2010), Riccardo va all’inferno (2017).

Cast

& Credits

Regia: Roberta Torre.
Sceneggiatura, fotografia, suono e montaggio: Roberta Torre, Daniele Ciprì, Pigi Laffi.
Interpreti: Enza Rappa, Umberto Balsamo, Carlo Tortorici.
Produzione e distribuzione: Cinico Video, via Antonio di Dio 7, Palermo, tel. +39-091-6251946.
Menu
X
X