Nazione: Francia
Anno: 1993
Durata: 21'


Najib è un ragazzo che vive con la famiglia in un villaggio molto isolato del Marocco. Pur non avendo mai viaggiato ha un'ossessione ricorrente: le pietre blu del deserto. Questa visione lo incanta dalla più giovane età e lo costringe in una sorta di isolamento psichico che fa paura a chi lo circonda. Prigioniero in questo villaggio dalla mentalità arcaica, che lascia poco spazio alla tolleranza, Najib si sente rapidamente rifiutato. Una sorta di incomprensione reciproca e di dubbio si crea fra le due parti. E poche sono le persone come Touria, sua madre, e Hicham, suo fratello, che gli offrono ancora sostegno e fiducia. Alla fine, malgrado le cattiverie e gli avvertimenti della gente del villaggio, suo padre in testa, Najib partirà solo verso il suo destino e questa ricerca lo porterà a una rinascita.

"Bisogna lottare incessantemente contro ciò che è stabilito. Ci fanno spesso credere cose che vengono spacciate per vere, senza altra alternativa. Il problema è che chi detiene il potere non sono mai coloro che possiedono il sapere e tanto meno la verità. L'unico modo per continuare a vivere è ricercare con costanza la verit` e mettere in dubbio noi stessi e chi ci circonda. Da uomini liberi, in accordo con la nostra coscienza." (Nabil Ayouch)

Biografia

regista

Nabil Ayouch

Nabil Ayouch ha diretto numerosi spot pubblicitari. Les pierres bleues du désert è il suo primo cortometraggio.

FILMOGRAFIA

Les pierres bleues du désert

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Nabil Ayouch.
Fotografia: Vincent Jeannot.
Scenografia: Mustapha Tabit.
Montaggio: Albert Caporossi.
Musica: JeanPhilippe Rykiel.
Suono: Mathieu Imbert.
Interpreti: Naima El Mcherqui, Benbrahim, Jamel Debbouze, Omar Chenbot, Souad Saber, SalahEddine Benmoussa, Daris.
Direttore di produzione: Hassan Alaoui.
Produzione: SHEM'S, 162 Bd. d'Anfa, Casablanca, Marocco, 212391283, fax 212391352.
Vendita all'estero: Nabil Ayouch, 13 rue de Toul, 75012 Paris, Francia, tel. +3344739441, fax +3344739442.
Menu
X
X