Nazione: Italia
Anno: 1993
Durata: 4'50''


Tian è l'ideogramma cinese che può significare sia cielo che natura, e in senso esteso l'intero universo. È un concetto quasi estraneo alla mentalità occidentale, intenta all'azione sempre più frenetica e fine a se stessa. Il fermarsi "in contemplazione" è ormai impossibile e quasi sconveniente, e tutto tende sempre più verso il basso. L'uomo si muove tra cielo e terra (Tian e Ti) ed è partecipe di entrambi, anche se si ostina a non farci caso...

Biografia

regista

Stefano Milla

Stefano Milla è nato a Torino nel 1968. Nel 1985 realizza il suo primo cortometraggio per concorrere ad un festival. In seguito partecipa ad alcune produzioni indipendenti in qualità di attore. Parallelamente a queste attività, dal 1988 partecipa regolarmente a diverse manifestazioni video-cinematografiche con lavori autoprodotti. Nel 1992 un suo lungometraggio ottiene la distribuzione in home-video. Passato definitivamente alla pellicola, nel 1993, si aggiudica il primo premio "Spazio Italia" del Festival Cinema Giovani. Nel 1994 realizza come autore e regista una trasmissione televisiva presso un'emittente locale. Nel 1995 ottiene una Menzione Speciale della giuria ad Anteprima per il Cinema Indipendente di Bellaria.

FILMOGRAFIA

Il vero nome (video, 1985), La sfera di cristallo (video, 1987), Telecasa (video, 1988), Regulus (video. 1988), Armaghedon (video, 1991), Devil (video, 1991), Sono già morti (video, 1992), Tinderbox (video, 1992), Tian (16mm, 1993), Mutazioni (16mm, 1994), Lao (1995).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Stefano Milla.
Fotografia: Angelo Candiano.
Musica e suono: Angelo Comino.
Montaggio: Massimo Givonetti.
Interpreti: Alberto Gazzari, Martina Drappo, Angelo Comino.
Produzione: Stefano Milia, corso Racconigi 139bis, 10141 Torino, tel. +39-011-387355.

TFF

premi

CONCORSO SPAZIO ITALIA 1993

Primo premio

Menu
X
X