Nazione: Italia
Anno: 1993
Durata: 90'


Al funerale del padre, uno stimato ebanista, i due fratelli Tonio e Bruno Strano litigano sul legno impiegato per fabbricare la cassa. Fin dalla prima sequenza il tono di Veleno è già reso: come Caino e Abele i due fratelli non smetteranno mai di tormentarsi. Appena ritornati dalla cerimonia funebre, Tonio e Bruno si spartiscono l'immensa abitazione. Entrambi esercitano il mestiere paterno e cominciano col rubarsi i clienti. La battaglia fratricida tocca anche le mogli e i figli: neppure la morte improvvisa della moglie di Tonio serve a riconciliarli. Arriva il giorno in cui i due fratelli vengono brutalmente alle mani: quando Tonio, con la faccia tesa, rientra in cucina, Bruno è scomparso. Di lui non resta che una chiazza di sangue e il cappello sul selciato del cortile...ben presto Tonio viene accusato di omicidio e, dopo un'indagine chiusa in modo sbrigativo, viene incarcerato. Lasciati a se stessi, i suoi due figli abbandonano la casa. Rimasta sola con la figlia, la moglie di Bruno prende in mano le redini della casa e, da attenta "business-woman", fa prosperare l'azienda "familiare". Tre anni più tardi la polizia la convoca per riconoscere ufficialmente, dagli effetti personali, il presunto cadavere del marito. Tuttavia sussiste un dubbio sull'effettiva morte di Bruno: e se tutto non fosse che un sordido gioco di odio e di potere?

Biografia

regista

Bruno Bigoni

(Milano, 1950) è tra i fondatori è tra i soci fondatori del Teatro dell’Elfo e della rassegna Filmmaker di Milano. Nel 1977 si laurea in Lettere Moderne alla statale di Milano con Adelio Ferrero con una tesi sulla Nouvelle Vague Francese. Esordisce nel 1983 con Live (in coregia con Kiko Stella). Nome di battaglia: Bruno (1987) è il suo primo documentario e vince nello stesso anno il Festival del Nouveau Cinema di Montreal, il Salso Film Festival, il Premio Filmmaker. Nel 1990 fonda insieme a Minnie Ferrara e Kiko Stella la Minnie Ferrara & Associati, società di produzione e distribuzione con cui realizza tutti i suoi lavori seguenti. Tra i suoi più recenti documentari, ricordiamo Chiamami Mara; Don Chisciotte e...; Il colore del vento; Sull’Anarchia; Chi mi ha incontrato, non mi ha visto; My War Is Not Over, molti dei quali presentati al Torino Film Festival. Nel 2019 gira con Francesca Lolli Voglio vivere senza vedermi, presentato fuori concorso a Filmmaker.

FILMOGRAFIA

(cortometraggi) Spaccati (1979), L’attesa (1980), La magia (1980), Nothing (1985) Nel lago (1986), Nome di battaglia: Bruno (1987), Il mondo chiuso (1988), Confine incerto (1988), Zanzare (1989), Lux interior (1989), Jamaica (1990), Stanza One-Eleven (1991), Le lacrime amare di Petra (1992), L’origine della ferita (1994), Oggi è un altro giorno (doc, 1995), Belli sciallati (1996), Il cerchio (1996), L’agnello di Dio (1996), Nothing is Real - Appunti su Nirvana (co-regia Giuseppe Baresi, doc,1996), Amleto... frammenti (1997), Scene da Pinocchio (1998), In tutto questo niente (co-regia Collettivo 57 dello IULM di Milano, 2012), Fino a quando l’ultimo - Sulcis, storia di una resistenza operaia (2018).   (documentari) Italia ‘90 - Lavori in corso (1990), Faber, co-regia Romano Giuffrida (1999), Comizi d’amore 2000 (2000), I sogni degli Elfi - Viaggio nella storia del Teatro dell’Elfo (2000), Cuori all’assalto - Storia di Raffaele e Cristina (2003), Riccardo (2004), Chiamami Mara (2005), Don Chisciotte e... (2006), L’attimo assoluto (2009), Il colore del vento (2010), Milano 55,1 - Cronaca di una settimana di passioni (2011), Sull’anarchia (2014), Chi mi ha incontrato, non mi ha visto (2016), My War Is Not Over (2017).   (lungometraggi) Live, co-regia con Kiko Stella (1983), Occasioni di shopping (ep. Provvisorio quasi d’amore, 1988), Veleno (1993), Illuminazioni (2004), Voglio vivere senza vedermi (co-regia con Francesca Lolli, 2019), Tre donne, di Sylvia Plath (co-regia con Francesca Lolli, 2021).

Cast

& Credits

Regia: Bruno Bigoni.
Sceneggiatura: Bruno Bigoni, Fabio Carlini.
Fotografia: Luca Bigazzi.
Scenografia: Carlo Sala.
Montaggio: Claudio Cormio.
Musica: Davide Masarati.
Suono: Hubrect Nijhuis.
Interpreti e personaggi: Elio de Capitani (Bruno), Carlo Colnaghi (Tonio), Marina Confalone (Pina), Ida Marinelli (Maria), Fabio Modesti, Valeria D'Onofrio, Matteo Bigoni.
Direttore di produzione: Giovanni Saulini, Eugenia Agostini.
Produzione: Minnie Ferrara e Associati, via del Caravaggio 2, Milano, tel. +39-02-55195318, fax +39-02-55195318.
Distribuzione: Mikado Film, Lgtv. Flaminio 34, 00100 Roma, tel. +39-06-3225295, fax +39-06-3219489.
Menu