Nazione: Francia
Anno: 1961
Durata: 19'


Secondo film con Claude Melki (in cui il personaggio prende il nome di Léon, che gli rester` nei film successivi), questa volta modesto inserviente in un night club della periferia parigina frequentato per lo più da una clientela di colore. Nel corso di una serata di gala, il padrone del locale sorveglia il proprio "territorio" con assoluta noncuranza, interessato soprattutto alla propria collezione di giocattoli meccanici. La critica scopre la somiglianza del personaggio di Léon con Buster Keaton, che il seguito della "serie Melki" confermer`. "È un film abbastanza formale, in cinemascope e bianco e nero. È un po' una strizzatina d'occhio ai burlesque degli anni '20. Anche se ho visto tutti i film di Buster Keaton, ho lavorato con Claude Melki senza pensare a Keaton. Il riferimento è stato davvero inconscio. Ho girato Gala per sfuggire all'universo uniforme da cui provenivo, spinto da un'irresistibile attrazione per il cosmopolitismo" (J.-D. Pollet, 1993).

Biografia

regista

Jean-Daniel Pollet

Jean-Daniel Pollet (La Madeleine, Francia, 1936 - Cadenet, Francia, 2004), cineasta difficilmente assimilabile a una scuola o tendenza, ha deciso al liceo di fare il regista e da quel momento si è dedicato al cinema con alterne fortune: basti pensare a La ligne de mire (1960), mai mostrato al pubblico e pesantemente attaccato dalla nouvelle vague, o, al contrario, allo stesso Méditerranée, accolto invece come un capolavoro dai «Cahiers du cinéma». Il sodalizio artistico con Claude Melki, l’impegno durante il maggio francese, la frequentazione degli ambienti del Cinema Nôvo brasiliano sono tutti elementi che rientrano nel cinema di Pollet, scomparso nel 2004 dopo una lunga e proficua carriera. Nel 1998 il Torino Film Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa.

FILMOGRAFIA

Bassae (cm, 1964), Une balle au cœur (1965), Le Horla (mm, 1966), La femme aux cent visages (cm, 1966), Les morutiers (cm, 1966), Tu imagines Robinson (1967), L’amour c’est gai, l’amour c’est triste (1968), Le maître du temps (1970), Le sang (1972), L’ordre (1973), L’acrobate (1975), Pascale et Madi (cm, 1976), Pour mémoire (1980), Au père Lachaîse (cm, 1986), Contretemps (1988), Trois jours en Grèce (1990), Dieu sait quoi (1996).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Jean-Daniel Pollet con la collaborazione di François Bel.
Fotografia: Alain Levent.
Suono: Pierre Vuillemin.
Musica: Antoine Duhamel (Micheline Dax fischia il tema).
Montaggio: Pierre Machue.
Interpreti: Claude Melki, Gesip Legitimus, Dolly Bell, Benoist Videuil, Georges Cauffour.
Produzione: Films Jean-Daniel Pollet.
Menu