Nazione: Francia
Anno: 1973
Durata:


Davanti alla macchina da presa un lebbroso greco, Raimondakis, racconta la sua vita. Ha passato lunghi anni, in compagnia di altri malati, su un'isola al largo di Creta: erano stati segregati lì per morire, lontano dagli sguardi delle persone sane. Trasferiti successivamente in un ospedale nei pressi di Atene, molti si rifiutarono di tornare nel mondo. Facendo da contrappunto al racconto dell'uomo, la macchina da presa penetra nei corridoi, nei vicoli e nelle rovine della "prigione", mentre una voce fuori campo commenta alla seconda persona singolare il fenomeno dell'esclusione sociale. "La lebbra dei medici è l'ordine" è scritto in epigrafe. "Raimondakis è il genio della lebbra, è lui che parla a nome di tutti i lebbrosi. Figlio di avvocato, colpito dalla lebbra, fu rinchiuso con le manette ai polsi, poi è diventato il capo dell'isola, che misura 800 metri per 400. Se c'è un film della mia opera che terrei in considerazione, è proprio questo" (J.-D. Pollet, 1989).

Biografia

regista

Jean-Daniel Pollet

Jean-Daniel Pollet (La Madeleine, Francia, 1936 - Cadenet, Francia, 2004), cineasta difficilmente assimilabile a una scuola o tendenza, ha deciso al liceo di fare il regista e da quel momento si è dedicato al cinema con alterne fortune: basti pensare a La ligne de mire (1960), mai mostrato al pubblico e pesantemente attaccato dalla nouvelle vague, o, al contrario, allo stesso Méditerranée, accolto invece come un capolavoro dai «Cahiers du cinéma». Il sodalizio artistico con Claude Melki, l’impegno durante il maggio francese, la frequentazione degli ambienti del Cinema Nôvo brasiliano sono tutti elementi che rientrano nel cinema di Pollet, scomparso nel 2004 dopo una lunga e proficua carriera. Nel 1998 il Torino Film Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa.

FILMOGRAFIA

Bassae (cm, 1964), Une balle au cœur (1965), Le Horla (mm, 1966), La femme aux cent visages (cm, 1966), Les morutiers (cm, 1966), Tu imagines Robinson (1967), L’amour c’est gai, l’amour c’est triste (1968), Le maître du temps (1970), Le sang (1972), L’ordre (1973), L’acrobate (1975), Pascale et Madi (cm, 1976), Pour mémoire (1980), Au père Lachaîse (cm, 1986), Contretemps (1988), Trois jours en Grèce (1990), Dieu sait quoi (1996).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Jean-Daniel Pollet con la collaborazione di Maurice Born e Malo Aguettant.
Testo: Maurice Born.
Fotografia: Jean-Daniel Pollet. Suono e
Montaggio: Maurice Born e Jean-Daniel Pollet.
Musica: Y. Markopoulos.
Produzione: Les Laboratoires Sandoz.
Distribuzione: La Seine Distribution.
Menu