16° TORINO FILM FESTIVAL
Omaggio a Jean-Daniel Pollet

TROIS JOURS EN GRÈCE

Three Days in Greece

Nazione:
Anno: 1990
Durata: 84'


Diario di viaggio in Grecia all'epoca della guerra del Golfo, un itinerario personale attraverso luoghi (Atene, Delfi) e persone cari al cineasta, con la guida di Paul Roussopoulos in veste di "taxista" (nella vita videasta molto attivo in Francia). Ma anche un saggio poetico e filosofico con citazioni da Omero, Teocrito, Euripide, Paul Claudel, Francis Ponge e soprattutto Yannis Ritsos. E la casa di Cadenet, in Provenza, che sar` tutto il "cosmo" di Dieut sait quoi, gi` come set espanso di un cinema in cui il più piccolo e il più grande, il più vicino e il più lontano non cessano di incontrarsi nella libert` e imprevedibilit` del montaggio.

"Invitato a un convegno, sono partito da qui (Cadenet, Vaucluse), ed è a questo punto che è cominciato il mio film, con la mia auto e la mia macchina da presa. Partire con una macchina da presa è partire con qualcosa che ti protegge. Si può stare al sicuro in una casa, come il poeta...che ascolta comunque molte cose, ma partire è sempre un'impresa fantastica" (J.-D. Pollet, 1993).

Biografia

regista

Jean-Daniel Pollet

Jean-Daniel Pollet (La Madeleine, Francia, 1936 - Cadenet, Francia, 2004), cineasta difficilmente assimilabile a una scuola o tendenza, ha deciso al liceo di fare il regista e da quel momento si è dedicato al cinema con alterne fortune: basti pensare a La ligne de mire (1960), mai mostrato al pubblico e pesantemente attaccato dalla nouvelle vague, o, al contrario, allo stesso Méditerranée, accolto invece come un capolavoro dai «Cahiers du cinéma». Il sodalizio artistico con Claude Melki, l’impegno durante il maggio francese, la frequentazione degli ambienti del Cinema Nôvo brasiliano sono tutti elementi che rientrano nel cinema di Pollet, scomparso nel 2004 dopo una lunga e proficua carriera. Nel 1998 il Torino Film Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa.

FILMOGRAFIA

Bassae (cm, 1964), Une balle au cœur (1965), Le Horla (mm, 1966), La femme aux cent visages (cm, 1966), Les morutiers (cm, 1966), Tu imagines Robinson (1967), L’amour c’est gai, l’amour c’est triste (1968), Le maître du temps (1970), Le sang (1972), L’ordre (1973), L’acrobate (1975), Pascale et Madi (cm, 1976), Pour mémoire (1980), Au père Lachaîse (cm, 1986), Contretemps (1988), Trois jours en Grèce (1990), Dieu sait quoi (1996).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Jean-Daniel Pollet.
Testi, improvvisazioni e voci: Tobias Engel, Dominique Grandmont, Olimpia Carlisi, Jean Thibaudeau. Poesie: Yannis Ritsos.
Fotografia: Platon Andronidis.
Montaggio: Françoise Geissler.
Interpreti: Jean-Daniel Pollet, Paul Roussopoulos.
Produzione: Jean-Daniel Pollet per Ilios Films, La Sept
Menu