17° TORINO FILM FESTIVAL
Sopralluoghi Italiani 1999

CORTI D'AUTORE

A DIRECTOR'S SHORT FILMS

Nazione: Italia
Anno: 1996
Durata: 98'


Otto cortometraggi su altrettanti differenti artisti contemporanei di arte povera. La montagna di sale (1996, 35mm, 4') e Le Heaume enchanté (1998, 35mm, 12') su M. Paladino; Offertorio (1997, 35mm, 13') su J. Kounellis; I colori della citt` celeste (35mm, 1998, 6') su M. Merz; Le stelle del Canyon (1999, 35mm, 6') su G. Zorio; Tribute 21 (1999, Betacam, 15') su Raushenberg; Gilbert & George (1998, Betacam, 17') su Gilbert & George; Girotondo di capriccio (1999, Betacam, 25') su L. Ontani. "Il comune denominatore che lega tutte le opere da me filmate è stato quello di descrivere, e non di interpretare, il pensiero dell'artista, e di comunicare con le immagini e la musica, le sensazioni e le emozioni che l'opera stessa mi trasmetteva, facendo diventare così i video indipendenti dall'opera Ho cercato di raccontare una storia utilizzando le opere, salvo che in I colori della citt` celeste dove sono intervenuto con l'aggiunta di elementi esterni (elefanti, coccodrilli, zebre, lama) sottolineando così il concetto di primordialit` dell'opera stessa. Le Heaume enchanté nasce dalla suggestione della «memoria del guerriero» cui l'elmo gigante era appartenuto, per divenire percorso interiore fatto di stasi, di preparazione alla guerra, di riflessione, sulla guerra, fino alla morte liberatoria. In Offertorio attraverso i movimenti della macchina, ho voluto riprodurre il gesto religiosamente arcaico dell'offerta come ex voto. Nel video Le stelle del Canyon ho inserito come elemento esterno i maiali come collegamento tra il mondo terreno e quello divino. In La montagna di sale ho prediletto un taglio documentaristico, mentre negli altri tre video il mio lavoro si è rivolto più all'autore nella sua interezza e complessit` che alla singola installazione" (Pappi Corsicato).

Biografia

regista

Pappi Corsicato

Pappi Corsicato (Napoli, 1960), dopo aver studiato danza e coreografia alla Alvin Alley Dance School di New York e recitazione all’Accademia di arte drammatica, ha lavorato come assistente di Pedro Almodóvar per Légami! (1989) e nel 1993 ha esordito con Libera, collezione di tre cortometraggi presentata alla Berlinale e vincitrice del Nastro d’argento come migliore opera prima. Nel 1995 dirige I buchi neri, con Iaia Forte, e partecipa alla Mostra di Venezia. Nel 2001 realizza Chimera e dopo sette anni firma Il seme della discordia (2008), che partecipa in concorso a Venezia come il successivo Il volto di un’altra (2012). Ha inoltre girato videoclip e curato regie teatrali e realizzato documentari sull’arte contemporanea, oltre che il ritratto Armando Testa - Povero ma moderno (2009), vincitore a Venezia del premio Pasinetti.

FILMOGRAFIA

Libera (1993), I buchi neri (1995), I vesuviani (ep. La stirpe di Iana, cm, 1997), I colori della città celeste (cm, 1999), Chimera (2001), Diario di viaggio con fantasmi (doc., 2006), Il seme della discordia (2008), Ettore Spalletti (cm, doc., 2008), Questione di gusti (cm, tv, 2009), Armando Testa - Povero ma moderno (doc., 2009), Capo dio monte (cm, doc., 2010), Il volto di un’altra (2012), Pompei Eternal Emotion (cm, 2015).

Cast

& Credits

Regia: Pappi Corsicato.
Fotografia: Pappi Corsicato, Cesare Accetta, Alessandro Abate.
Montaggio: Giogiò Franchini, Iacopo Quadri.
Menu
X
X