Nazione: Portogallo
Anno: 1974
Durata: 35'


"Jaime Fernandes, il protagonista del film, è nato nel 1900 nel comune di Arcos, nella provincia di Covilha. È stato lavoratore rurale. È sposato, ma non si sa se ha avuto figli. All'inizio di gennaio del 1930 è stato internato nell'ospedale psichiatrico Miguel Bombarda, numero di matricola 2434. Diagnosi: schizofrenia. Aveva 30 anni. Ha passato 30 anni in ospedale. Il 27 marzo 1969 è morto. All'et` di 65 anni, a quanto si dice, ha iniziato a dipingere. Ha lavorato senza sosta con la penna a sfera o a matita. Quanti disegni? Quante opere? Nessuno lo sa. Quasi tutto è andato perduto. Soltanto dopo la sua morte qualcuno ha notato i suoi dipinti. Nel 1973 un altro uomo, altrettanto attento, ha realizzato un film su di lui" (João Bénard da Costa).

Biografia

regista

António Reis

Poeta e regista. Nato a Valadares il 27 agosto del 1927. Dopo aver frequentato il liceo a Porto inizia un'intensa formazione autodidatta nel campo delle Belle Arti (pittura e scultura). Partecipa a un esperimento di divulgazione ed animazione culturale nei quartieri popolari di Porto in collaborazione con la Escola Superior de Belas Artes. Negli anni'50 è un attivo cineclubbista presso il Cineclub do Porto/Clube Português de Cinematografia, dove approfondisce le sue conoscenze cinematografiche. A partire dagli anni '60 si dedica al cinema, all'etnologia e alla poesia: nel 1959 collabora alla realizzazione dell'Auto da Floripes di Lopes Fernandes, una produzione indipendente della sezione di Cinema Sperimentale del Cineclub di Porto. Nel 1961-62 è assistente alla regia di Manoel de Oliveira in Acto da Primavera. L'anno seguente esordisce nella regia con Painéis no Porto (1963) e Do Rio ao Céu (1964) diretti con César Guerra Leal. Nel 1966 scrive i dialoghi di Mudar de Vida (1966) secondo lungometraggio di Paulo Rocha. Collabora con le riviste "Vértice" e "Notícias do Bloqueio" e con i quotidiani "O Comércio do Porto" e "Jornal de Notícias." Ha pubblicato diversi libri di poesia: Poemas Quotidianos (1957), Novos Poemas Quotidianos (1960) e Poemas Quotidianos (1967), nella collezione "Poetas de Hoje" . Dal 1977 al 1991 ha insegnato "spazio filmico" presso la Escola Superior de Teatro e Cinema do Conservatório Nacional de Lisbona. Nel 1973, con il sostegno del Centro Português de Cinema, dirige il suo primo film, Jaime, in cui Margarida Cordeiro è assistente al suono e al montaggio. A partire da Jaime, Margarida Cordeiro è co-autrice di tutti i film realizzati da António Reis, originando un lavoro di équipe in cui è difficile definire il grado di creatività di ognuno. Da questo sodalizio nascono tre film esteticamente folgoranti, dalla gestazione lenta, segreti e personali come solo la poesia può essere: Trás-os-Montes (1976), Ana (1982) e Rosa de Areia (1989), anelli che compongono la catena evolutiva di un universo filmico unico, improvvisamente interrotto dalla scomparsa di António Reis, morto a Lisbona il 10 settembre del 1991.

FILMOGRAFIA

Painéis do Porto (di A. Reis, cm, 1963), Do Rio ao Céu (co-regia César Guerra Leal, A. Reis, cm, 1964), Jaime (di A. Reis, cm, 1974), Trás-os-Montes (di A. Reis e M. Cordeiro, 1976), Ana (di A. Reis e M. Cordeiro ,1982), Rosa de Areia (di A. Reis e M. Cordeiro, 1989).

Cast

& Credits

Regia: António Reis.
Fotografia: Acácio de Almeida.
Suono: João Diogo.
Musica: Louis Armstrong, Georg Philipp Telemann, Karlheinz Stockhausen.
Montaggio: António Reis, Margarida Cordeiro.
Produttore: Henrique Espírito Santo.
Produzione: CPC/Telecine-Moro/Fundação Calouste Gulbenkian.
Menu
X
X