17° TORINO FILM FESTIVAL
Raccordi 1999

LA NOTTE INSONNE DI TOPOLINO

MICKEY MOUSE'S SLEEPLESS NIGHT

Nazione: Italia
Anno: 1931
Durata: 50'


Un film inedito di Goffredo Alessandrini scoperto e restaurato dalla Cineteca Nazionale: un "esperimento" meta-cinematografico con i personaggi della Disney. Nei titoli di testa leggiamo: "In un unico spettacolo, quattro famosi cartoni animati di Ub Iwerks, The Picnic (Il picnic di Topolino, di Burt Gillett, 1930), The Cactus Kid (Topolino vince il bandito, di Walt Disney, 1930), The Gorilla Mistery (Topolino e il gorilla, di Burt Gillett, 1930), The Fire Fighters (Topolino pompiere, di Burt Gillett, 1930) sono stati collegati e coordinati con motivi scenici e musicali da Goffredo Alesandrini". "Riunendo i quattro cortometraggi d'animazione (di cui The Cactus Kid è oggi perduto nell'edizione ritrovata), il regista sembra aver colto la "poetica" della Disney, che trattava i personaggi animati come attori in carne e ossa, presentando le vicende del film come uno spaccato di vita piccolo borghese… È interessante inoltre notare che i credits dell'Anonima Pittaluga attribuiscono i quattro short a Ub Iwerks (per l'occasione "storpiato", per un evidente refuso, in "Irweks"). Attribuzione errata, dal momento che Iwerks aveva lasciato la Disney agli inizi del 1930. Burt Gillett, che firmò in realt` tre dei cortometraggi (il quarto, The Cactus Kid, che è in realt` il primo in ordine di realizzazione, ela prima avventura western di Mickey Mouse, venne diretto dallo stesso Disney) era entrato a far parte della squadra disneiana un anno prima, a met` del 1929… Restaurato a partire dai negativi originari infiammabili, la colonna sonora non è stata sottoposta ad alcun trattamento di rimasterizzazione, dato l'ottimo stato di conservazione. Le lavorazioni sono state effettuate nei laboratori di Cinecitt`" (Cineteca Nazionale).

Biografia

regista

Goffredo Alessandrini

Goffredo Alessandrini (Il Cairo 1904-Roma 1978), nato in Egitto, segue gli studi d'ingegneria in Inghilterra, quindi quelli di architettura in Italia, occupandosi particolarmente di scenografia. Inizia la carriera cinematografica come assistente di Alessandro Blasetti e realizza in Egitto il suo primo documentario Diga di Nag Hamadi (1929). Si trasferisce a Hollywood, dove lavora al doppiaggio presso la MGM. Tornato in Italia, diventa in pochi anni uno dei più apprezzati registi di regime, e confeziona accurate opere di propaganda, in cui mette a frutto la sua dimestichezza con l'Africa:Luciano Serra pilota (1938, Coppa Mussolini per il miglior film italiano al Festival di Venezia), Abuna Messias (1939), Giarabub (1941), e un kolossal antisovietico, il dittico Noi vivi e Addio, Kira! (1942). Nel dopoguerra stenta a inserirsi nel nuovo cinema creato dal neorealismo, e il suo nome retrocede progressivamente nell' ombra.

FILMOGRAFIA

Diga di Nag Hamadi (1929), La segretaria privata (1931), Seconda B (1934), Don Bosco (1935), Cavalleria (1936), Luciano Serra pilota (1938), Abuna Messias (1939), Giarabub (1941), Noi vivi - Addio, Kira! (1942), L'ebreo errante (1948), Camicie rosse (1952).

Cast

& Credits

Regia: Goffredo Alessandrini.
Produzione: Anonima Pittaluga.
Copia: Cineteca Nazionale.
Menu
X
X