Nazione: Italia
Anno: 1962
Durata: 35'


Nell'inverno del 1962 scendono in sciopero i metalmeccanici della Lancia di Torino: i picchetti all'alba, il quartiere di Borgo San Paolo che si stringe attorno agli scioperanti, i pochi operai immigrati che cominciano a partecipare, le riunioni di lega, i cortei in centro. Un film militante, la cronaca quotidiana di una lotta che aprì un lungo periodo di proteste, culminato nei grandi scioperi della Fiat. "Un gruppetto di collaboratori di «Il Nuovo Spettatore Cinematografico» ha ritenuto che lo sciopero Lancia offrisse l'occasione per un esperimento cinematografico cui da tempo andavamo pensando: seguire la lotta operaia con la macchina da presa e il magnetofono, cercare di entrare nello sciopero, coglierne l'atmosfera e lo spirito, documentarne le varie fasi, interpretarne gli sviluppi. L'intenzione originale era addirittura quella di servirsi del film come di uno strumento di lotta"(Paolo Gobetti).

Biografia

regista

Paolo Gobetti

FILMOGRAFIA

Scioperi a Torino (1962, 35'), Lotta partigiana (1975, 60'), Dalla marcia su Roma a Piazzale Loreto (1975, 129'), Cudine 17 novembre 1944 (1979, 18'), Un'altra Italia nella bandiere dei lavoratori (1980, 18'), Spagna 1936-1937 (1978-1981, 55'), La Bahìo - Festa di una valle occitana (1982, 80') , Lu viol (1983, 65'), Le prime bande (1984, 60'), Incontri (1985, 60'), Como libera: il film e la memoria (1986, 45'), La battaglia di Pertuso (1987, 40'), Al tempo delle scale (1987, 25'), Spagna anni Trenta (1990, 50'), Racconto interrotto (1992, 50'), Le stagioni della Resistenza (in dieci quadri e un prologo) (1995, 130').

Cast

& Credits

Regia, riprese e montaggio: Carla e Paolo Gobetti.
Collaborazioni: Goffredo Fofi, Gianni Jona, Claudio Capello.
Testo: Franco Fortini, letto da Lino Biancolini, Iginio Bonazzi, Angiolina Quinterno.
Musica: Sergio Liberovici.
Produzione: "Il Nuovo Spettatore Cinematografico".
Menu
X
X