Nazione: Portogallo
Anno: 1976
Durata: 111'


"Evocazione di una provincia portoghese, nel Nord-Est, dove le radici storiche e secolari si confondono con quelle del paese fratello, che il Douro unisce. I bambini, le madri, le donne, gli anziani, la casa, la terra. La vita di ogni giorno, il fantastico, i mestieri che stanno scomparendo, l'agricoltura di sussistenza. L'erosione. Il tempo e la distanza. La presenza degli assenti, di tutti coloro che sono partiti verso altri orizzonti. Un poema ispirato da Trás-os-Montes e interpretato dai suoi abitanti" (António Reis e Margarida Cordeiro).

Biografia

regista

Margardida Cordeiro

Regista. Nata nel 1939 nella regione di Trás-os-Montes. Si laurea in medicina specializzandosi in psichiatria. È assistente al suono e al montaggio di António Reis per Jaime (1974), e in seguito co-autrice di tutti i film realizzati da Reis formando un sodalizio che costituisce una delle espressioni artistiche più singolari nel cinema europeo.

FILMOGRAFIA

Trás-os-Montes (di A. Reis e M. Cordeiro, 1976), Ana (di A. Reis e M. Cordeiro ,1982), Rosa de Areia (di A. Reis e M. Cordeiro, 1989).

António Reis

Poeta e regista. Nato a Valadares il 27 agosto del 1927. Dopo aver frequentato il liceo a Porto inizia un'intensa formazione autodidatta nel campo delle Belle Arti (pittura e scultura). Partecipa a un esperimento di divulgazione ed animazione culturale nei quartieri popolari di Porto in collaborazione con la Escola Superior de Belas Artes. Negli anni'50 è un attivo cineclubbista presso il Cineclub do Porto/Clube Português de Cinematografia, dove approfondisce le sue conoscenze cinematografiche. A partire dagli anni '60 si dedica al cinema, all'etnologia e alla poesia: nel 1959 collabora alla realizzazione dell'Auto da Floripes di Lopes Fernandes, una produzione indipendente della sezione di Cinema Sperimentale del Cineclub di Porto. Nel 1961-62 è assistente alla regia di Manoel de Oliveira in Acto da Primavera. L'anno seguente esordisce nella regia con Painéis no Porto (1963) e Do Rio ao Céu (1964) diretti con César Guerra Leal. Nel 1966 scrive i dialoghi di Mudar de Vida (1966) secondo lungometraggio di Paulo Rocha. Collabora con le riviste "Vértice" e "Notícias do Bloqueio" e con i quotidiani "O Comércio do Porto" e "Jornal de Notícias." Ha pubblicato diversi libri di poesia: Poemas Quotidianos (1957), Novos Poemas Quotidianos (1960) e Poemas Quotidianos (1967), nella collezione "Poetas de Hoje" . Dal 1977 al 1991 ha insegnato "spazio filmico" presso la Escola Superior de Teatro e Cinema do Conservatório Nacional de Lisbona. Nel 1973, con il sostegno del Centro Português de Cinema, dirige il suo primo film, Jaime, in cui Margarida Cordeiro è assistente al suono e al montaggio. A partire da Jaime, Margarida Cordeiro è co-autrice di tutti i film realizzati da António Reis, originando un lavoro di équipe in cui è difficile definire il grado di creatività di ognuno. Da questo sodalizio nascono tre film esteticamente folgoranti, dalla gestazione lenta, segreti e personali come solo la poesia può essere: Trás-os-Montes (1976), Ana (1982) e Rosa de Areia (1989), anelli che compongono la catena evolutiva di un universo filmico unico, improvvisamente interrotto dalla scomparsa di António Reis, morto a Lisbona il 10 settembre del 1991.

FILMOGRAFIA

Painéis do Porto (di A. Reis, cm, 1963), Do Rio ao Céu (co-regia César Guerra Leal, A. Reis, cm, 1964), Jaime (di A. Reis, cm, 1974), Trás-os-Montes (di A. Reis e M. Cordeiro, 1976), Ana (di A. Reis e M. Cordeiro ,1982), Rosa de Areia (di A. Reis e M. Cordeiro, 1989).

Cast

& Credits

Regia e montaggio: António Reis, Margarida Cordeiro.
Fotografia: Acácio de Almeida.
Suono: António Reis, Margarida Cordeiro, João Diogo.
Interpreti: abitanti di Bragança e di Miranda do Douro.
Produttore: Pedro Paulo. Produzione: CPC.
Menu
X
X