19° TORINO FILM FESTIVAL
Sopralluoghi Italiani 2001

«NON SARÒ MAI UN UOMO COMUNE». MARADONA E LA SUA VITA

"I WILL NEVER BE A COMMON MAN" - MARADONA AND HIS LIFE

Nazione: Italia
Anno: 2001
Durata: 67'


Un lungo sfogo di Diego Maradona, in una di quelle notti della sua vita in cui la grandezza e la contraddizione della sua esistenza, gli sono sembrate più insopportabili che mai. L'occasione è stata offerta, nel corso del 2001, dall'invito a Roma per partecipare ad un programma televisivo Rai condotto da Milly Carlucci. Ma più probabilmente dall'accoglienza riservatagli dal ministro italiano del Tesoro che, per l'esigenza di notificargli una ingiunzione di pagamento di 50 miliardi, in gran parte dovuta a diritti di mora, gli ha fatto trovare all'aeroporto un gruppo di finanzieri in divisa. Una vita speciale, esagerata, quella di Maradona, che, anche quando ne avrebbe fatto volentieri a meno, è diventata per lui un peso insostenibile, un'angoscia per un ex campione ora vulnerabilissimo.

«Non sarò mai un uomo comune nasce dalla capacit` di Diego Maradona di affrontare, con coraggio e cognizione, argomenti non solo calcistici ma umani, sociali e politici che non sarebbero praticabili da campioni come Totti, Del Piero, Zidane, Figo, che pure hanno preso il suo posto nella fantasia degli appassionati di calcio di tutto il mondo. Questa capacit` è ancora più clamorosa perché Maradona è stato il più grande calciatore del secolo, prima di tutto sul terreno di gioco» (Gianni Min`).

Biografia

regista

Gianni Minà

Gianni Minà (Torino, 1938) ha iniziato la carriera come giornalista sportivo nel 1959 a «Tuttosport». Nel 1960 ha esordito alla Rai collaborando, negli anni, a programmi come Sprint, Tv7, AZ, i Servizi speciali del TG, Dribbling, Odeon, Gulliver, Mixer. È stato, con Maurizio Barendson e Renzo Arbore, fra i fondatori de L'altra domenica. Nel 1976 è stato assunto al Tg2 diretto da Andrea Barbato. Nel 1981 ha esordito come autore e conduttore di Blitz. Tra gli altri programmi televisivi da lui realizzati: Alta Classe, Zona Cesarini, Un mondo nel pallone, Ieri, oggi… domani?, Te voglio bene assaje, Storie. È stato collaboratore per anni di «Repubblica», «Unità», «Corriere della Sera» e «Manifesto» e, dal 1996 al 1998, direttore di Tuttosport. Un suo saggio, Continente desaparecido, ha dato il titolo a una collana sull'America latina edita dalla Sperling & Kupfer. Attualmente edita e dirige la rivista letteraria «Latinoamerica e tutti i sud del mondo».

FILMOGRAFIA

Storie del jazz (1971), Muhammad Alì - Una storia americana (1979), Facce piene di pugni (storia della boxe) (1985, co-regia Gianpiero Ricci), Il racconto di Fidel (1987), Fidel racconta il Che (1987), Fidel (1990), Storia di Rigoberta (1992), Viaggio con il Che (Alberto Granado racconta la traversata in motociletta dell'America latina con Ernesto Guevara) (1993), Il Che 25 anni dopo (Pombo e Urbano sopravvisuti al Che in Bolivia raccontano la sua epopea) (1993), La verità di Silvia (storia di Silvia Baraldini) (1994), Marcos e l'insurrezione zapatista (1994), Immagini dal Chiapas (incontro con Marcos nella selva Lacandona) (1996), Aqui estamos (la lunga marcia dei comandanti zapatisti da La Realidad a Città del Messico) (2001), «Non sarò mai un uomo comune» - Maradona e la sua vita (2001).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Gianni Min`.
Collaborazione: Marco Militello.
Ricerche cinematografiche: Marco Padula.
Fotografia: Fabrizio Stinellis.
Montaggio: Giacomo Desideri.
Interpreti: Diego Armando Maradona.
Produzione: GME Produzioni, via Marsciano 7, 00135 Roma, Italia, tel. +39-06-35072557.

© 2021 Torino Film Festival

 

Menu