Nazione: Egitto
Anno: 1968
Durata: 105'


Abbas, un postino, viene trasferito in un remoto villaggio egiziano. Spinto dalla noia, comincia a leggere la corrispondenza altrui. Viene a conoscenza così della storia d'amore tra Giamila e Khalil. Giamila è incinta e il padre vuole ucciderla. Ma la lettera di Khalil spedita nel tentativo di salvare l'innamorata viene involontariamente distrutta da Abbas, il quale tenter` poi, invano, di salvare la giovane.

«Ho amato molto il racconto scritto da Yahia Haqqi, e ho deciso di trarne un film nonostante la sua ambientazione fosse completamente diversa rispetto a quella del mio primo film Al mustahil (L'impossibile). Ma dopo la realizzazione del film, ho capito però che ciò che mi aveva spinto a girarlo, era l'inconscio tentativo di affrancarmi dalla passione che provavo verso Du'au al karawan (Il richiamo dell'usignolo) che si svolgeva negli stessi ambienti. Detesto quando una storia d'amore viene osteggiata dalle vecchie e impietose tradizioni popolari. Ho avuto la fortuna di collaborare con un grande direttore della fotografia e con grandi attori» (Husein Kamal).

Biografia

regista

Husein Kamal

Husein Kamal (1932), regista cinematografico, teatrale, televisivo e radiofonico, si è diplomato all'IDHEC di Parigi nel 1956. Ha lavorato come assistente alla regia per Yusuf Shahin, nei suoi due film Inta habibi (Tu sei il mio amore) e Bab el hadid (La stazione centrale). Ha diretto molti cortometraggi televisivi.

FILMOGRAFIA

Al mustahil (L'impossibile, 1965), El bustagi (Il postino, 1968), Shai'un min al khawf (Un po' di paura, 1969), Abi fawqa al shgiara (Mio padre è sull'albero, 1969), Nahnu la nazra'u al shawk (Non piantiamo le spine, 1970), Tharthara fawqa al Nil (Chiaccherata sul Nilo, 1971), Imbirattoriyyat Mim (L'impero di Mim, 1972), Anf wa thalatht uiun (Un naso e tre occhi, 1972), Dami wa dumu'i wa ibtisamati (Il mio sangue, le mie lacrime e il mio sorriso, 1973), La shai'a yahum (Non importa niente, 1975), Al naddaha (Il richiamo della morte, 1975), Al hubb tahta al mattar (L'amore sotto la pioggia, 1975), Molid ya dunia (Festa nel mondo 1975), Ala waraqi al solifan (Su una carta di cellofan, 1975), Ihna bitu'e el otobis (Noi siamo quelli dell'autobus, 1976), Habibi daiman (Il mio amore per sempre, 1979), Al adra'u wa al sa'aru al abiyad (La vergine e i capelli bianchi, 1980), Argiuk a'attini hada al dawà (Ti prego dammi quella medicina, 1983), Aiyyam fi al halal (Giornate legittime, 1984), Qafassu al harim (La gabbia delle donne, 1986), Ah ya bald ah (Oh, gente, 1986), Kullu hada al hubb (Tutto questo amore, 1988), Harat Burgiuwan (Il quartiere di Burgiuwan, 1989), Al masattil (Gli ubriaconi, 1991), Nuru al uiun (Luce degli occhi, 1991), Diku el baraber (Lo spaccone, 1992), El wad Sayyid el shaghal (Il ragazzo Sayyid, uomo di fatica, 1993), Hazzimni ya (Fammi ballare, 1997).

Cast

& Credits

Regia: Husein Kamal.
Soggetto: Yahia Haqqi.
Sceneggiatura: Sabri Musa, Dunia al Baba.
Dialoghi: Sabri Musa.
Fotografia: Ahmad Khurshid.
Scenografia: Hilmi Azab.
Costumi: Fawzia Hajjaj.
Montaggio: Rashida Abdu Al Salam.
Suono: Aziz Fadel.
Musica: Ibrahim Hajjaj.
Interpreti e personaggi: Shukri Sarhan (Abbas), Zizi Mustafa (Giamila), Salah Manssur (Salama), Seif Abdu Al Rahman, Suhair Al Murshidi, Mushira, Abdu Al Ghani Qamar, Nahed Samir.
Produzione e distribuzione: Ente Generale del Cinema.

© 2021 Torino Film Festival

 

Menu