19° TORINO FILM FESTIVAL
Cinema e arte: Mario Martone

LUCIO AMELIO/TERRAE MOTUS

LUCIO AMELIO/TERRAE MOTUS

Nazione: Italia
Anno: 1993
Durata: 52'


Lucio Amelio ha iniziato la sua attivit` di gallerista nel 1963 utilizzando le sue energie per portare a Napoli artisti del calibro di Beuys, Warhol, Twombly, Rauschenberg e per sostenere l'affermazione internazionale di artisti meridionali come Longobardi, Paladino, Alfano, Tatafiore. Il suo lavoro più importante risale al 1980, all'indomani del terremoto quando lanciò un appello ai pittori e agli scultori di tutto il mondo per la realizzazione di un'opera che evocasse la tragedia del sisma, destinata a restare a Napoli per sempre. Nacque così Terrae Motus, un'imponente raccolta di tele e sculture a cui lavorarono più di cento autori: una preziosissima collezione, ma soprattutto una straordinaria reazione creativa alla catastrofe, subito ospitata in una delle ville vesuviane, villa Campolieto, e attualmente ricollocata nella Reggia di Caserta. Lucio Amelio è morto nel 1994 e da allora la sua eredit` professionale è stata raccolta dalle sorelle.

Biografia

regista

Mario Martone

Mario Martone (Napoli, 1959), regista di teatro e di cinema, ha cominciato a lavorare nel 1977, nel clima delle avanguardie di quel periodo, fondando il gruppo Falso Movimento e realizzando spettacoli che fondevano gli elementi del teatro, del cinema e delle arti visive. Dieci anni dopo ha fondato Teatri Uniti, una compagnia tesa all'incontro tra gli artisti napoletani della nuova generazione, con cui ha realizzato da indipendente anche i suoi film. Il suo primo lungometraggio, Morte di un matematico napoletano, ha vinto il Gran premio della Giuria a Venezia nel 1992. I successivi L'amore molesto e Teatro di guerra sono stati entrambi presentati a Cannes. Ha messo in scena teatro classico e lirico. Tra il 1999 e il 2000 ha diretto il Teatro di Roma, dove ha compiuto un lavoro di radicale cambiamento della programmazione, dando spazio alle arti e al «nuovo teatro». Ha inoltre aperto un nuovo spazio scenico, l'India, recuperando una vecchia fabbrica in disuso del lungo Tevere.

FILMOGRAFIA

Nella città barocca (1984), Morte di un matematico napoletano (1992), Rasoi (1993), Lucio Amelio/Terrae Motus (1993), Veglia (1993), Antonio Mastronunzio pittore sannita (1994), L'unico paese al mondo (regia collettiva, 1994), L'amore molesto (1995), Una storia saharawi (1996), La salita (episodio de I Vesuviani, 1997), La terra trema (doc., 1998, co-regia Jacopo Quadri), Teatro di guerra (1998), Una disperata vitalità (1998), Un posto al mondo (doc., 1999, co-regia Jacopo Quadri), Nella Napoli di Luca Giordano (2001).

Cast

& Credits

Regia, soggetto e sceneggiatura: Mario Martone.
Fotografia: Angelo Pacchetti.
Montaggio: Gianni Lari.
Interpreti: Lucio Amelio, Joseph Beuys, Andy Warhol, Nino Longobardi, Mimmo Paladino, Ernesto Tatafiore.
Produzione: Milena Ripellino per RAI radiotelevisione italiana, viale Mazzini 14, 00195 Roma, Italia, tel. +39-06-36821.
Menu