22° TORINO FILM FESTIVAL
Detours

Faibles Amusement

Small Pleasures

Nazione: Francia
Anno: 2004
Durata: 36'


Se fosse possible, per lei e per me, se le potesse andare bene, in effetti sarebbe domenica 15 che potremmo ritrovarci… e andare… andare al lago… fino a Bellagio. Le ho parlato di questo posto? «Per questo film non c'è stato un soggetto, così come non ce ne sono stati per gli altri miei film. Non ci sono intenzioni, ma riprese che si impongono da sole, indipendentemente da un progetto, in rapporto al quadro che si presenta. E' questo che conduce a fare la ripresa e anzitutto a mettere la camera sul treppiedi. A questa prima ripresa, che non si rapporta a nient'altro, se non al momento presente, in seguito se ne aggiungono altre. E allora si può riconoscere che tra loro stabiliscono corrispondenze, relazioni. E senza che si sappia ancora di che cosa si tratta, è gi`, grazie a questi accostamenti, l'annuncio di un film. Il soggetto, o detto altrimenti, la storia, non sta prima. Nuo può stare prima ed è in questo che non può esserci progetto, perchè altrimenti vorrebbe dire che le immagini esistono nella testa e che si parte con l'intenzione di far loro corrispondere delle riprese. […] Il soggetto non può essere all'inizio. Non può che essere al termine. In questo risiede la ragione stessa del film. Se si conosce il soggetto non c'è ragione di fare un film. Quando il soggetto si vede, il film esiste, ha la sua legge e la si scopre dopo» (J-C. Rousseau).

Cast

& Credits

Regia, fotografia, produttore/Director, Director of Photography, Producer Jean-Claude Rousseau
Menu