Nazione: Italia
Anno: 2005
Durata: 17'


Girato con telecamere di controllo, il film racconta la storia di una giovane donna, Saskia, che vive in una grande citt` industriale. La sua vita è vuota e deprimente. Comincia a pensare al concetto di esistenza e di coscienza e da quel momento inizia a soffrire di allucinazioni terrificanti, che la porteranno a uccidersi in modo brutale.
«Hate me, ovvero odiami, come una richiesta che si fa a se stessi, una sorta di autolesionismo. È proprio di autolesionismo che parla questo cortometraggio, non in quanto patologia della psiche, ma come diretto risultato di una scelta di vita. Saskia ha deciso di vivere in una grande citt` industriale e per lavorare accetta in modo quasi naturale una serie di quotidiane umiliazioni e sconfitte, a cominciare dalla più violenta, la solitudine […]. Questo progetto si articola intorno a una critica della vita contemporanea e del vuoto umano che crea in quelli che la vivono giorno per giorno. Il modello di scrittura si ispira ai manga giapponesi, storie in cui vengono introdotti demoni in contesti quotidiani come il lavoro o la scuola». (K. Tassin)

Biografia

regista

Kristoph Tassin

Kristoph Tassin, regista di fiction e sceneggiatore, si forma nel contesto sperimentale cyberpunk della Bologna degli anni ’90 e sviluppa l’interesse per la sperimentazione di diversi formati visivi e della loro combinazione. Fondamentale è il percorso documentaristico e la ricerca sulla docufiction, dove il confine tra realtà e finzione riscopre la «drammaturgia del dubbio». Residente a Milano, dal 1999 lavora allo sviluppo di una serie di progetti di lungometraggi tra cui PAN-UROPA.   

FILMOGRAFIA

It’s Ok It’s Me (cm, 1998), Orario di apertura (mm, 2000), Perdue perro (2001), Al mukawama (video, 2003), Hate Me (cm, 2005).

Cast

& Credits

regia, soggetto, sceneggiatura, produttore/director, story, screenplay, producer Kristoph Tassin
fotografia/director of photography Luca Esposito, Mauro Chiarello costumi/costume design Cristina Piccinelli
montaggio/film editor Matteo Vescovi
suono/sound Francesca Mizzoni
voce/voice Sandra Ceccarelli
interpreti e personaggi/cast and characters Francesca Grilli (Saskia), M. Trotta (segretaria/Secretary), Kristoph Tassin (capo ufficio/Office Boss), D. Gentili (operaio/Factory Worker), L. Esposito (operaio/Factory Worker), A. Tagliabue (operaio che fuma/Smoking Worker), C. Piccinelli (Patty), M. Comoglio (il fidanzato di Patty/Patty's Boyfriend)
produzione/production Dead Son Rising Film
Menu
X
X