Anno: 2005
Durata: 115


Fin dal primo libro pubblicato in giovanissima età, Reiko è una scrittrice di grande successo. Ma ora è in crisi e consigliata dal suo agente, decide di trasferirsi in un piccolo villaggio di campagna. Qui incontra un archeologo che ha appena rinvenuto una mummia, più che millenaria. Nella vita di Reiko iniziano a manifestarsi strani eventi e la donna, anche se forse ha trovato il materiale per un nuovo romanzo, comincia a pensare di essere in pericolo.

«Non sono particolarmente interessato all'occulto, ma credo che la domanda dalla quale si finisce per essere ossessionati tutta la vita è che cosa accade quando si muore. […] Ogni qual volta inizi a lavorare su una storia hai a che fare con la morte; morte di un protagonista o di un personaggio secondario. La verità è che non ho più certezze su cosa sia la morte di quando ero bambino. Così restano le domanda infantili: cosa succede quando si muore? Finisce tutto? Non c'è più nulla? Si può comunicare con quelli che sono morti?».
(Kurosawa K.)

Biografia

regista

Kiyoshi Kurosawa

Kiyoshi Kurosawa (Kobe, Giappone, 1955), studente presso la Rikkyo Daigaku, ha lavorato come assistente e autore di cortometraggi in 8mm, fino agli esordi in produzioni per il mercato video. Nel 1997, con il thriller metafisico Cure ha ottenuto il primo grande successo al Festival di Tokyo. Le opere successive, spesso ospitate in prestigiosi festival internazionali, lo hanno imposto tra i maggiori autori del cinema giapponese. Il suo cortometraggio Soul Dancing è stato presentato al Torino Film Festival nel 2004, dove è tornato l’anno successivo con Loft. Con Tokyo Sonata (2008), interpretato dall’attore feticcio Koji Yakusho, ha vinto il premio della giuria a Un certain regard di Cannes, sezione in cui è tornato nel 2015 con Journey to the Shore, vincendo il premio per la regia.

FILMOGRAFIA

Suito Homu (Sweet Home, 1989), Katte ni shiyagare! Gyakuten keikaku (1996), Hebi no michi (Serpent’s Path, 1997), Ningen gokaku (License to Live, 1998), Kumo no hitomi (Eyes of the Spider, 1998), Karisuma (Charisma, 1999), Oinaru genei (Barren Illusions, 1999), Kaïro (Pulse, 2001), Akarui mirai (Bright Future, 2003), Dopperugenga (Doppelganger, 2003), Ghost Cop (2004), Shi no otome (Loft, 2005), Sakebi (Castigo, 2006), Riaru: Kanzen naru kubinagaryû no hi (Real, 2012), Sebunsu kôdo (Seventh Code, 2013), Kurip (Creepy, 2016).                        

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Kurosawa Kiyoshi
fotografia/director of photography
Ashizawa Akiko
musica/music
Ashiya Gary
suono/sound
Fukada Akira
interpreti e personaggi/cast and characters
Nakatani Miki (Haruna Reiko), Toyokawa Etsushi (Yoshioka Makoto), Noriko Eguchi, Ren Osugi
produttore/producer
Shimoda Atsuyuki
produzione, vendita internazionale/production, world sales agent
Mirovision
coproduzione/coproduction
 Nippon Television Network Corporation, Twins Japan S.D.P.
Menu
X
X