25° TORINO FILM FESTIVAL
FUORI CONCORSO

Aleksandra

Alexandra
di Aleksandr Sokurov
Nazione: Russia
Anno: 2007
Durata: 92'


Repubblica Cecena, oggi, in un accampamento di truppe russe. Aleksandra Nikolaevna è una nonna venuta a far visita al nipote, uno dei migliori ufficiali della sua unità. Trascorrerà qui alcuni giorni e scoprirà un mondo nuovo. In questo universo maschile, non ci sono donne, calore o comodità, la vita quotidiana è spartana e le persone faticano a esprimere i loro sentimenti. O forse, semplicemente, per i sentimenti non c’è il tempo e l’energia. Ogni giorno e ogni ora si decidono questioni di vita o di morte. Ciononostante è ancora un mondo abitato da esseri umani.

«Per me questa storia non riguarda l’attualità, ma l’eternità. Non riguarda la Russia dei nostri giorni, la sua politica nel Caucaso, o il suo esercito, ma la sua vita eterna. La guerra è sempre una cosa orribile. In questo film di guerra, la guerra non c’è. Non mi piacciono i film bellici. Non c’è poesia nella guerra, né bellezza, e non potrebbe mai essere filmata poeticamente. Il nostro film è un’opera di finzione, non un atto politico. Nel film, cerchiamo modi per unire le persone, e li troviamo».

Biografia

regista

Aleksandr Sokurov

Aleksandr Sokurov (Podorvicha, Russia, 1951) studia cinema al VGIK di Mosca e ne esce per i contrasti con il Goskino. Nel 1980 entra nella Lenfil’m, ma solo con la perestrojka si potranno vedere i lavori di questo periodo, come l’opera prima The Lonely Voice of Man (1978). Nel 1985 inaugura la serie delle Elegie e negli anni ’90 sperimenta il digitale in A Humble Life (1997) e Dolce (1999). Conosce la consacrazione con Madre e figlio (1997), Moloch (1999), Arca russa (2002) e Il sole (2005). Nel 2003 il Torino Film Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa.

FILMOGRAFIA

filmografia essenziale/
essential filmography
Odinokiy golos cheloveka (The Lonely Voice of Man, 1978), Razˇalovannyj (Degraded, cm, 1980), Dni zatmenija (The Days of Eclipse, 1988), Spasi i sochrani (Save and Protect, 1989), Krug vtoroj (The Second Circle, 1990), Kamen’ (The Stone, 1992), Tichie stranicy (Whispering Pages, 1993), Mat’i syn (Madre e figlio, 1997), Moloch (id., 1999), Dolce (1999), Telec (Taurus, 2001), Russkij kovˇceg (Arca russa, 2002), Otec i syn (Father and Son, 2003), Mozart Requiem (doc., 2004), Solnze (Il sole, 2005), Eleghia zhizni. Rostropoviˇc. Vishnevskaya (2006), Aleksandra (id., 2007).

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay Aleksandr Sokurov
fotografia/director of photography Aleksandr Burov
scenografia/set design Dmitri Maliˇc-Konkov
costumi/costume design Lidiya Kryukova
montaggio/film editor Sergei Ivanov
musica/music Andrei Sigle
suono/sound Vladimir Persov
interpreti e personaggi/cast and characters Galina Vishnevskaija (Aleksandra), Vasili Shevtsov (Denis), Raisa Gichaeva (Malia), Andrei Bogdanov, Aleksandr Kladko, Aleksei Nejmijshev, Rustam Shahgireev, Evgeni Tkachuk
produttore/producer Andrei Sigle
produzione/production Proline Film, Rézo Productions
coproduttore/coproducer Laurent Daniélou
distribuzione/distribution Eskimo
Menu
X
X