25° TORINO FILM FESTIVAL
LA ZONA

Capitalism: Slavery

Capitalism: Slavery

Nazione: USA
Anno: 2006
Durata: 3'


Una vecchia immagine stereoscopica di schiavi intenti alla raccolta del cotone viene elaborata in digitale. Uno studio doloroso e conciso per presentare uomini e donne immobilizzati nella storia, ma riportati in vita dallo sguardo.

«In greco, “stereo” significa solido. Anche in bianco e nero e con il trattamento del 3D, non c’è dubbio che non stiamo più vedendo un’immagine. La realtà ha fatto il suo ingresso».

Biografia

regista

Ken Jacobs

Ken Jacobs (New York, 1933) ha esordito alla regia nel 1955 e nel 1956 ha studiato pittura con Hans Hoffmann. Tra 1966 e il 1968 ha diretto il Millennium Film Workshop e nel 1969 ha fondato la facoltà di cinema della State University di New York a Binghamton. Nel 1996 il MoMA di New York gli ha dedicato una retrospettiva e nel 2004 ha vinto il premio per il cinema sperimentale dell’Associazione dei critici cinematografici di Los Angeles. Tra il 2007 e il 2009 il Torino Film Festival ha presentato diversi suoi lavori, tra cui Tom, Tom, the Piper’s Son, Return to the Scene of the Crime e The Scenic Route. In questa edizione presenta inoltre Cyclopean 3D: Life with a Beautiful Woman (Onde).

FILMOGRAFIA

Orchard Street (cm, 1955), Star Spangled to Death (1957-59), Tom, Tom, the Piper’s Son (1969), Spaghetti Aza (1976), Jerry Takes a Back Seat, Then Passes Out of the Picture (cm, 1987), The Subcinema (1990), A Tom Tom Chaser (cm, 2002), Capitalism: Slavery (cm, 2006), Razzle Dazzle - The Lost World (2007), The Scenic Route (cm, 2008), Return to the Scene of the Crime (2008), Anaglyph Tom (Tom With Puffy Cheeks) (2008), Blankets for Indians (mm, 2012), Cyclopean 3D: Life with a Beautiful Woman (mm, 2012).

Cast

& Credits

regia, musica/director, music Ken Jacobs
assistente regia/assistant director Erik Nelson
Menu
X
X