25° TORINO FILM FESTIVAL
ITALIANA.CORTI

L'Allegoria del coatto di Neanderthal

The Allegory of the Neanderthal "Coatto"

Nazione: Italia
Anno: 2007
Durata: 27'


Cesare è un giovane coatto la cui tranquilla e multietnica vita di borgata è improvvisamente stravolta quando viene arrestato dall’ispettore Gaspardi. Portato in un misterioso sotterraneo per subire l’interrogatorio, Cesare è costretto ad affrontare l’ispettore in un confronto dai toni sempre più tesi, ritrovandosi di colpo gettato in una situazione surreale dall’eco kafkiana, da cui riesce a uscire grazie alla sua ficcante intelligenza di strada.

«Essere coatti non è una turba, è una prerogativa. Anzi è la prerogativa dell’ultimo millennio, sfacciatamente connotativa di un buon cinquanta per cento della popolazione di questo Paese handicappato. Allora noi, Paese di paesani, dobbiamo finalmente accettare che il volersi sempre e comunque sentire al di sopra degli altri, per quegli stessi sterili motivi che ci gonfiavano di vanità da bambini, è il preludio dell’inciviltà. Questa allegoria è semplicemente una visione microscopica e grottesca di un’altrettanto infame, ma globale realtà che è l’iperbole aberrante di un inutile quanto corrotto potere militare».

Biografia

regista

Simone Tartocchi

(Roma, 1976) ha frequentato nel 2002 l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma, seguendo i corsi di Daniele Segre, Marco Pontecorvo e Vincenzo Carpineta. Ha lavorato come operatore nel film Zero, inchiesta sull’11 settembre (2007) di Giulietto Chiesa, Franco Fracassi e Francesco Trento, e ha collaborato alla realizzazione del film Pablo, vite di un poeta (2005) di Dario Baldi di cui è stato anche coproduttore. Nel 2000 realizza il cortometraggio No Stop e nel 2003 il cortometraggio My Son’s Legacy. Ha quindi diretto i documentari Polonia (2004) e Germania dell’Est, 25 anni dopo la riunificazione (2005), entrambi scritti da Franco Fracassi, e nel 2005 un documentario sulla preparazione dello spettacolo teatrale Il borghese è veramente gentiluomo? di Giuseppe Talarico.

FILMOGRAFIA

No Stop (cm, 2000), My Son’s Legacy (cm, 2003), Polonia (doc., 2004), Germania dell’Est, 25 anni dopo la riunificazione (doc., 2005), L’allegoria del coatto di Neanderthal (cm, 2007).

Cast

& Credits

regia, soggetto, sceneggiatura, produttore/director, story, screenplay, producer Simone Tartocchi
fotografia/director of photography Francisco Gaete Vega
scenografia, costumi/set design, costume design Martina Porziani
montaggio/film editor Andrea Clauser
suono/sound Marco Fazzalari
interpreti e personaggi/cast and characters
Giovanni Pietrolonardo (Cesare), Giuseppe Talarico (l’ispettore/inspector Gaspardi), Luca Milesi (l’agente/agent Erimanno), Christian Lombardi (Ennio), Dario Baldi (il poliziotto matto/crazy policeman), Achille Scarpitti (il commissario/commissioner), Maria Concetta Liotta (la zingara/gipsy girl), Fabrizio Petrivelli (il ragazzo in motorino/boy on the motorcycle), Luca Martini (il ragazzo con il pitbull/boy with the pitbull terrier), Maria Hortensia Iraola (la cantante/singer)

Menu
X
X