25° TORINO FILM FESTIVAL
PANORAMA ITALIANO

Lascia perdere, Johnny!

LET IT GO, JOHNNY!

Nazione: Italia
Anno: 2007
Durata: 104'


Caserta, 1976. Fausto ha diciotto anni e sogna di diventare musicista. Finita l’esperienza con l’orchestra Falasco, l’impresario Raffaele Nigro gli propone di lavorare per il maestro Augusto Riverberi, ma dopo la tournée estiva, anche questo lavoro si esaurisce. A dicembre arriva una telefonata di Augusto: Fausto parte per Milano, ma una volta lì, non trova nessuno. Solo e senza una lira è così costretto a vendere la chitarra e tornare a Caserta. A Natale, però, Riverberi si presenterà a casa di Fausto con la sua chitarra.

«Ho incontrato questa storia per caso e ho capito subito che mi sarebbe piaciuto raccontarla perché parlava di cose che mi stanno a cuore. In primo luogo è una storia di musica e l’amore per la musica è una parte essenziale della mia vita. Grazie all’incontro con gli Avion Travel, poi, ho imparato a sentire il gruppo come una comunità che, suonando, diventa una famiglia. Inoltre si svolge negli anni ’70, periodo in cui anch’io sono stato ragazzo e che ricordo come anni d’ingenuità, in cui ci si affidava al futuro e agli altri con una certa incoscienza».

Biografia

regista

Fabrizio Bentivoglio

(Milano, 1957), diplomato alla scuola del Piccolo Teatro di Milano, deve all’incontro con Gabriele Salvatores la svolta della sua carriera cinematografica, grazie ai film Marrakesh Express (1989) e Turnè (1990). Nel 1993 vince la Coppa Volpi a Venezia per Un’anima divisa in due di Silvio Soldini e lavora poi con Michele Placido (Un eroe borghese, 1995), i fratelli Taviani (Le affinità elettive, 1996), Theo Angelopulos (L’eternità e un giorno, Mia aioniotita kai mia mera, 1998), Marco Bellocchio (La balia, 1999) e Carlo Mazzacurati (La lingua del santo, 2000). Tornato a lavorare con Salvatores in Denti (2000), interpreta poi Ricordati di me (2003) di Gabriele Muccino, L’amore ritorna (2004) e La terra (2006) di Sergio Rubini e L’amico di famiglia (2006) di Paolo Sorrentino. Lascia perdere, Johnny! è il suo primo lungometraggio, realizzato otto anni dopo il suo esordio alla regia con il mediometraggio Tipota (1999).

FILMOGRAFIA

Tipota (mm, 1999), Lascia perdere, Johnny! (2007).

Cast

& Credits

regia/director Fabrizio Bentivoglio
soggetto/story Fabrizio Bentivoglio, Umberto Contarello, Filippo Gravino, Guido Iuculiano
sceneggiatura/screenplay Fabrizio Bentivoglio, Umberto Contarello, Filippo Gravino, Guido Iuculiano, Valia Santella
fotografia/director of photography Luca Bigazzi
scenografia/set design Giancarlo Basili
costumi/costume design Ortensia De Francesco
montaggio/film editor Esmeralda Calabria
musica/music Fausto Mesolella
suono/sound Francesco Cucinelli, Lillo Rosato
interpreti e personaggi/cast and characters Antimo Merolillo (Fausto), Fabrizio Bentivoglio (Augusto Riverberi), Ernesto Mahieux (Raffaele Nigro), Lina Sastri (Vincenza), Peppe Servillo (Gino Glory), Valeria Golino (Annamaria), Toni Servillo (Domenico Falasco)
produttore/producer Domenico Procacci
produzione/production Fandango
coproduzione, distribuzione/coproduction, distribution Medusa Film
vendita all’estero/world sales Fandango Portobello Sales
Menu
X
X