25° TORINO FILM FESTIVAL
LO STATO DELLE COSE

Three Examples of Myself as Queeen

Three Examples of Myself as Queeen

Nazione: USA
Anno: 1994
Durata: 27'


Tre figure femminili dal forte temperamento e dall’irrefrenabile carica sessuale danno corpo a tre fantasie femminili che illustrano come starebbero le cose se le donne avessero lo scettro del potere: una ragazza civettuola e ribelle degli anni ’90 a capo di un harem, un’ape regina che regna su una moltitudine di fuchi sottomessi e una giovane donna che trova la propria emancipazione sessuale nell’epoca della disco music.

«Ci sono i fan estremi e gli scettici. Io continuo a essere ispirata dagli scettici, perché mi insegnano molto su quello che le persone sanno e sul profondo bagaglio emotivo personale che influenza la loro visione del film. E questo mi fa sentire un po’ inutile. Dopo Three Examples, la maggior parte dei miei detrattori mi derideva, prendendomi in giro per il mio stile che era intenzionalmente un po’ grezzo e sembrava artigianale. Così, per rispondere loro, ho realizzato Incubus».

Biografia

regista

Anna Biller

Anna Biller ha realizzato musical per il teatro come Princess Butterfly (2001) e The Lady Cat (1995), diversi cortometraggi e mediometraggi come Three Examples of Myself as Queen (1994), Fairy Ballet (1998), The Lady Cat (2001), The Hypnotist (2001) e l’acclamato horror-western A Visit from the Incubus (2001). È conosciuta soprattutto per la rivisitazione dei film di genere, per l’umorismo, il gusto per il burlesque e gli eccessi visivi delle sue storie, e inoltre per i set stilizzati e i costumi colorati che lei stessa crea. È diplomata alla UCLA e ha conseguito un master al California Institute of the Arts. Nel 2006 ha realizzato il suo primo lungometraggio, Viva, presentato al Torino Film Festival insieme a una selezione di altri suoi lavori.

FILMOGRAFIA

Three Examples of Myself as Queen (cm, 1994), Fairy Ballet (cm, 1998), The Lady Cat (cm, 2001), A Visit from the Incubus (cm, 2001), The Hypnotist (mm, 2001), Viva (2006), The Love Witch (2016).

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura, scenografia, costumi, montaggio, musica, produttore/director, screenplay, set design, costume design, film editor, music, producer Anna Biller
fotografia/director of photography C. Thomas Lewis, Adam Janeiro, Christopher Sias, John Lennon
suono/sound Miguel Abreu
Interpreti e personaggi/cast and characters Anna Biller (la regina triste, l’ape regina, la regina Poinsettia/sad queen, queen bee, queen Poinsettia), Jared Sanford (il Rajah, l’ape, il cantante rock, il cane/rajah, bee, rock singer, dog), Kiki Valentine (il ranuncolo/buttercup), Robert Greene
produzione, distribuzione, vendita all’estero/production, distribution, world sales Anna Biller Productions
Menu
X
X