Nazione:
Anno: 2010
Durata: 60'


bion

La ventottenne Shiho ha vissuto da bambina il trauma della separazione dalla madre, rimasto ancora irrisolto. Andando finalmente a trovarla, scopre con amarezza che manca l’amore che un tempo le univa. Così, quando qualche giorno dopo le giunge la notizia della sua morte, la ragazza è combattuta da sentimenti contrastanti e si lascia invadere da una profonda tristezza. Alla ricerca di nuovi stimoli, si iscrive a un corso di cucina; un giorno, dopo la lezione, conosce Masato e l’incontro con il ragazzo sembra poter riportare serenità nella vita della ragazza.

 

«Il paesaggio di Nara era così tranquillo che ha donato al mio soggiorno una sensazione di tepore. In particolare ho prestato attenzione agli splendidi suoni della vita quotidiana in modo che il pubblico fosse maggiormente in grado di percepirne l’odore e l’umore. Suoni come quelli legati al cucinare, piallare, tagliare la legna da ardere, a un falò, a una campana, al vento e alla pioggia, al fruscio di un bosco di bambù e al cinguettio di piccoli uccelli. Vi prego di ascoltarli attentamente e trarne godimento».

Biografia

regista

Toyoko Yamasaki

Toyoko Yamasaki (Osaka, Giappone, 1975), dopo essersi laureata all’Istituto di arti visive di Osaka, ha lavorato in una casa di produzione che si occupava di programmi televisivi. Ha poi fondato la compagnia di produzione Okoku. Con Bion ha vinto il premio speciale della giuria al Festival del cinema asiatico di Nagaoka.

FILMOGRAFIA

filmografia/filmography

Bion (mm, 2010).

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay

Toyoko Yamasaki

fotografia/cinematography

Masami Inomoto

suono/sound

Hironori Ito

interpreti/cast

Akiko Monou (Shiho), Tohta Komizu (Masato), Lily

produttore/producer

Naomi Kawase

vendita all’estero/world sales

Nara International Film Festival Organizing Committee

 

Menu