28° TORINO FILM FESTIVAL
ITALIANA.CORTI

MAMMALITURCHI!

MAMMALITURCHI!
di Carlo Michele Schirinzi
Nazione: Italia
Anno: 2010
Durata: 17'


mammaliturchi! Una porta metallica divide il container dal mare, nero, illuminato a tratti dai lampi. Un’altra sagoma si staglia nel buio, quella di un luogo abbandonato, oggetti dimenticati a testimonianza di ciò che conteneva: materassi, armadi, tavoli, sedie, giocattoli e libri, un tempo utili a qualcuno. I corridoi comunicano con stanze disadorne. Dalle finestre il cielo sembra appropriarsi degli spazi inutilizzati mentre infine il silenzio domina incontrastato.   «Il film non vuole essere un attacco ai carnefici né un compatimento delle vittime, non vuol essere una critica a un metodo sbagliato né un calcio a una legge che ha permesso di creare nuove prigioni mutando il significato del termine “ospitalità”: una visione d’apnea documenta con occhio vitreo l’enorme relitto inabissato in cui tutto è sospeso come in un fondale cullato dalle acque… è come se uno dei tanti cadaveri custoditi nel Mediterraneo s’aggirasse clandestinamente tra le piastrelle bianche di questo corpo profanato».

Biografia

regista

Carlo Michele Schirinzi

Carlo Michele Schirinzi (Capo di Leuca, Lecce, 1974) sin dal 2000 partecipa a mostre e festival ricevendo premi e ottenendo retrospettive. Il Torino Film Festival ha più volte premiato i suoi lavori (menzione speciale a Il Nido nel 2003, premio per il miglior cortometraggio a Notturno Stenopeico nel 2009, menzione speciale a Mammaliturchi! nel 2010). Nel 2004, con All’erta!, ha vinto il Festival di Pesaro, che nel 2005 gli ha dedicato una retrospettiva, mentre nel 2010 Sonderbehandlung ha vinto il Festival di Lecce. Nel 2011 ha partecipato con Eco da luogo colpito alla Mostra di Venezia e nel 2015, con Deposizione in due atti, ha vinto il Laceno d’oro. Il suo lungometraggio I resti di Bisanzio è stato presentato a Pesaro e a Doclisboa.

FILMOGRAFIA

filmografia essenziale/essential filmographyL’amanuense (cm, 2000), Il sepolcro (cm, 2000), Dè-tail (cm, 2001), Trappe (cm, 2001), Astrolìte (mm, 2002), Il nido (cm, 2003), Fuga da Nicea (cm, 2008), Notturno stenopeico (cm, 2009), Prospettiva in fuga (cm, 2009), Mammaliturchi! (cm, 2010), Frammenti da un confine (cm, 2010), Eco da luogo colpito (cm, 2011), Natura morta in giallo (cm, 2012), I resti di Bisanzio (2014), Eclisse senza cielo (mm, 2016), Deposizione in due atti (2014-15), Padrone dove sei (2019).

Cast

& Credits

regia, soggetto, fotografia, montaggio/director, story, cinematography, film editing

Carlo Michele Schirinzi

musica, suono/music, sound

Stefano De Santis

produttori/producers

Gianluca Arcopinto, Carlo Michele Schirinzi 

produzione, vendita all’estero/production, world sales 

Coop. Kama


TFF

premi

ITALIANA.CORTI 2010

Menzione speciale

Menu