Nazione: Italia
Anno: 2011
Durata: 76'


Anno 2020. Napoli è la città più sicura, pulita e moderna del pianeta, grazie al suo nuovo sindaco Nicolino Amore che, nato poverissimo, è stato protagonista di una vera e propria scalata sociale. All’inizio cerca solo di godersi la bella vita, ma quando si rende conto di tradire la sua gente, decide di affrontare e risolvere il problema più grave che da sempre affligge la sua città, il narcotraffico, seguendo il consiglio di una potente “madrina” pentita: legalizzare la droga.

 

«Per quanto parodistico e frutto di fantasia, il lavoro è confezionato come un documentario vero. Mi sono ispirato al documentario storico e scientifico anglosassone, a tutti i suoi stilemi: la voce narrante, la commistione di immagini di repertorio e amatoriali, l’uso di materiale fotografico, le interviste a persone comuni e a testimonial autorevoli. Credo che attraverso la commedia si possa compiere un’analisi molto profonda di questioni scottanti come la criminalità o il narcotraffico, riuscendo però anche a realizzare un prodotto di intrattenimento in grado di coinvolgere un numero elevato di spettatori».

Biografia

regista

Enrico Caria

Enrico Caria (Roma, 1957) ha collaborato, come vignettista, con diversi quotidiani e riviste come «la Repubblica», «Il Mattino», «Paese Sera», «Cuore», «il manifesto» o «Il Fatto Quotidiano» e ha pubblicato due libri: Bandidos, vivere e morire al di sopra dei propri mezzi (1995) e L’uomo che cambiava idea (2006). Ha esordito nella sceneggiatura nel 1991, collaborando con la serie televisiva Un commissario a Roma; è stato inoltre autore e inviato del programma televisivo Le iene. Ha scritto e diretto numerosi lungometraggi come 17, ovvero l’incredibile e triste storia del cinico Rudy Caino (1992), Carogne - Ciro and Me (1995) e Blek Giek (2001), oltre alla docufiction sulla camorra Vedi Napoli e poi muori (2006).

FILMOGRAFIA

filmografia/filmography

Lucifero si è fermato a Pizzo (mm, 1990), 17, ovvero: l’incredibile e triste storia del cinico Rudy Caino (1992), Carogne - Ciro and Me (1995), Blek Jack, morti e contenti (cm, 1999), Blek Giek (2001), Vedi Napoli e poi muori (doc., 2006), L’era legale (2011).

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay

Enrico Caria

fotografia/cinematography

Giuseppe Schifani

montaggio/film editing

Roberto Martucci

costumi/costume design

Francesca Balzano

musica/music

Pivio & De Scalzi

suono/sound

Francesco Sabez

interpreti e personaggi/cast and characters

Patrizio Rispo (il sindaco/Mayor Nicolino Amore), Cristina Donadio (Idra Duarte), Rita Corrado (Agata Russo), Pietro De Silva (l’investigatore/Detective Tony Lenza), Isabella Rossellini (se stessa/Herself), Renzo Arbore (se stesso/Himself)

produttori/producers

Renzo Rossellini, Eduardo Rumolo, Enrico Caria

produzione/production

Rossellini film & tv

distribuzione/distribution

Bolero Film

Menu