30° TORINO FILM FESTIVAL
ONDE/MIGUEL GOMES

A CARA QUE MERECES

THE FACE YOU DESERVE
di Miguel Gomes
Nazione: Portogallo
Anno: 2004
Durata: 108'


«Fino a trent'anni hai la faccia che Dio ti ha donato, dopo hai quella che ti meriti»: così recita un detto portoghese. E a guardare l’insoddisfatto Francisco nel giorno del suo compleanno, mentre va alla festa di carnevale della scuola in cui insegna vestito da cowboy, viene da pensare che sia vero. I bambini lo irritano e forse è così perché sta cercando di liberarsi della sua infanzia e di entrare nell'età adulta. Un problema non da poco, che lo porta a rifugiarsi in un mondo di fantasia dove, con l’aiuto di sette personaggi bislacchi, la sua lotta verso la maturità segue traiettorie inusuali.

Biografia

regista

Miguel Gomes

Miguel Gomes (Lisbona, Portogallo, 1972) ha lavorato come critico cinematografico dal 1996 al 2000, scrivendo per il quotidiano «Público». Nel 1999 ha diretto il suo primo cortometraggio, Entretanto, presentato al Torino Film Festival, come i successivi Cântico das Criaturas (2006) e il lungometraggio Tabu (2012). Nello stesso anno il Festival gli ha dedicato una retrospettiva completa nella sezione Onde. Gomes ha esordito nel lungo con A Cara que Mereces (2004), a cui sono seguiti Aquele Querido Mês de Agosto (2008), presentato alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes, e per l’appunto Tabu (2012), vincitore dell’Alfred Bauer Award e del premio Fipresci alla Berlinale. Nel 2013 ha partecipato alla Mostra di Venezia con il cortometraggio Redemption, mentre con As Mil e uma Noites è tornato alla Quinzaine des réalisateurs. 

FILMOGRAFIA

Entretanto (cm, 1999), Inventário de Natal (cm, 2000), 31 (cm, 2001), Kalkitos (cm, 2002) Pre-Evolution Soccer’s One Minute After a Golden Goal in the Master League (cm, 2003), A Cara que Mereces (2004), Cântico das Criaturas (cm, 2006), Aquele Querido Mês de Agosto (2008), Tabu (2012), Redemption (cm, 2013), Arabian Nights (2015).

Dichiarazione

regista

«Ho voluto fare un film sulla cosiddetta “crisi dei trent'anni”. [..] Mi è venuta l’idea di creare un personaggio che, arrivato a un certo punto, non può andare avanti. Dopo aver interagito col mondo rimane solo e si ritrova malato di morbillo. Allora il film si trasforma in una sorta di Biancaneve, con il protagonista che deve ritornare all'infanzia e cercare di... sì, insomma, cercare di diventare una specie di regista che deve girare un film per salvare se stesso».

Cast

& Credits

regia/director Miguel Gomes
sceneggiatura/screenplay Miguel Gomes, Manuel Mozos, Telmo Churro fotografia/cinematography Rui Poçhas
montaggio/film editing Miguel Gomes, Sandro Aguilar
scenografia/production design Luisa Perdigto
costumi/costume design Silvia Grabowski
musica/music Mariana Ricardo
interpreti e personaggi/cast and characters José Airosa (Francisco), Gracinda Nave (Marta), Sara Graça (Vera), Miguel Barroso (Carlos), João Nicolau (Nicolau), Ricardo Gross (Gross), Rui Catalão (Travassos), António Figueiredo (Cópi), Manuel Mozos (Harry), Carloto Cotta (Texas), Pedro Caldas (Simões) produttori/producers João Figueiras, Sandro Aguilar
produzione/production O Som e a Fúria
Menu
X
X