30° TORINO FILM FESTIVAL
TORINO XXX

BAAD EL MAWKEAA

AFTER THE BATTLE
di Yousry Nasrallah
Nazione: Egitto
Anno: 2012
Durata: 122'


Dopo esser stato costretto a partecipare alla Battaglia dei cammelli, un attacco dei seguaci di Mubarack ai manifestanti di piazza Tahrir, Mahmoud fatica a mantenere la famiglia e vive sempre più isolato nel quartiere vicino alle Piramidi. Quando conosce Reem, una pubblicitaria divorziata che vive in un quartiere benestante del Cairo e appoggia con fervore la rivoluzione, i due non potrebbero essere più diversi, ma il loro incontro inciderà profondamente sulla vita di entrambi.

Biografia

regista

Yousry Nasrallah

Yousry Nasrallah (Il Cairo, Egitto, 1952), dopo la laurea in scienze economiche e politiche conseguita all’Università del Cairo, ha frequentato il Cairo Film Institute e nel 1978 si è trasferito in Libano dove è diventato giornalista. Nel 1981 ha lavorato come assistente alla regia di Volker Schlöndorff nel film L’inganno e come assistente di produzione per Youssef Chahine in La mémoire. Nel 1988 ha realizzato il suo primo film, Summer Thefts, selezionato alla Quinzaine des réalisateurs, mentre nel 1989 con El Medina ha vinto il premio della giuria a Locarno. I suoi film sono stati proiettati in diversi festival internazionali, tra cui il Torino Film Festival, che nel 2004 ha presentato il film per la tv La port du soleil, e Venezia e Toronto che hanno presentato Scheherazade, Tell Me a Story. After the Battle faceva parte della selezione ufficiale della scorsa edizione del Festival di Cannes.

FILMOGRAFIA

Sarikat Sayfeya (Summer Thefts, 1988), Marcides (Mercedes, 1993), Sobyan wa banat (On Boys, Girls and the Veil, 1995), El Medina (1999), Bab el chams (La porta del sole, tv, 2004), Genenet al asmak (The Aquarium, 2008), Ehky ya Scheherazade (Scheherazade, Tell Me a Story, 2009), 18 Days (ep. Interior/Exterior, cm, 2011), Baad el Mawkeaa (After the Battle, 2012).

Dichiarazione

regista

«Volevo evitare che il film fosse considerato un documentario: è importante che le persone sappiano che si tratta di finzione. Credo che in periodi di disordini, ma in modo particolare nel mezzo della rivoluzione, solo la finzione ci renda capaci di vedere le cose un po’ più chiaramente e ci aiuti a comprendere. Infatti ci costringe a pensare e a cogliere la complessità di ogni personaggio al di là di ciò che dice. Questo accade anche quando vengono introdotti elementi reali: abbiamo filmato le vere dimostrazioni e i materiali di repertorio sono gli originali trasmessi in quei giorni».

Cast

& Credits

regia/director Yousry Nasrallah
sceneggiatura/screenplay Yousry Nasrallah, Omar Shama
fotografia/cinematography Samir Bahsan
montaggio/film editing Mona Rabi’
scenografia/production design Mohammed Atteya
suono/sound Ibrahim Dessouky
interpreti e personaggi/cast and characters Menna Shalaby (Reem), Bassem Samra (Mahmoud), Nahed El Sebaï (Fatma), Salah Abdallah (Haj Abdallah) produzione/production New Century, Siecle Productions
vendita all’estero/world sales MK2
Menu
X
X