30° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE

DIMMI CHE DESTINO AVRÒ

di Peter Marcias
Nazione: Italia
Anno: 2012
Durata: 80'


Alina è una ragazza di origini rom che da anni vive a Parigi. Rientrata nel villaggio natio nei pressi di Cagliari, diviene amica di un commissario di polizia cinquantenne. In questa dimensione, per lei nuova, si confronterà con se stessa, con le sue più intime emozioni, rivedendo la sua vita, le sue aspirazioni e la sua vera identità. Un passaggio che segnerà la fine della giovinezza e l’inizio di una maturità, rendendola più consapevole delle sue debolezze. E il passato aprirà una breccia sul futuro di donna che l’attende.

Biografia

regista

Peter Marcias

Peter Marcias (Oristano, Sardegna, Italia, 1977) vive e lavora a Roma. Ha realizzato documentari, spot e cortometraggi. Nel 2006 ha partecipato al film collettivo Bambini con l’episodio Sono Alice, presentato in numerosi festival internazionali. Successivamente ha diretto la docu-fiction Ma la Spagna non era cattolica? (2007), e il documentario Liliana Cavani - Una donna nel cinema (2010), presentato alle giornate degli autori a Venezia e candidato ai Nastri d’argento. Per il cinema ha diretto tre film, il più recente dei quali Dimmi che destino avrò (2012), presentato al 30° Torino Film Festival.

FILMOGRAFIA

La recita (cm, 2000), Il regalo (cm, 2001), L’alba (cm, 2002), Il canto delle cicale (cm, 2004), Olivia (cm, 2003), Ritorno a Serravalle (doc., 2003), Antonio Romagnino (doc., 2004), Bambini (coregia/codirectors Andrea Burrafato, Alessio Maria Federici, Michele Rho, ep. Sono Alice, 2006), Ma la Spagna non era cattolica? (doc., 2007), Un attimo sospesi (2008), Liliana Cavani, una donna nel cinema (doc., 2010), I bambini della sua vita (2011), Dimmi che destino avrò (2012), Tutte le storie di Piera (doc., 2013).

Dichiarazione

regista

«È una storia che fa riferimento a situazioni che mi sono care, come la diversità, l’integrazione, il dramma sociale, affrontate con un tocco di realismo magico. Tra le scelte caratterizzanti e significative nello sviluppo del progetto, ho condiviso il netto rifiuto della facile tentazione di una scrittura in chiave antropologica o sociologica e la scelta di affrontare il tema del rapporto tra due culture, quella dei rom e quella dei “gaggè”, in forma diretta, priva di ogni velo o condizionamento che potesse alterare l’essenza del problema».

Cast

& Credits

regia/director Peter Marcias
soggetto, sceneggiatura/ story, screenplay Gianni Loy
fotografia/cinematography Alberto López Palacios
montaggio/film editing Danilo Torre
scenografia/ production design Andrea Meloni
costumi/ costume design Stefania Grilli
musica/music Eric Neveux
suono/sound Davide Sardo
interpreti/cast Luli Bitri, Salvatore Cantalupo, Andrea Dianetti, Vesna Bajramovic, Davide Careddu, Pietrina Menneas, Nino Nonnis, Merfin Selimovic, Vinettu Sulejmanovic
produttore/producer: Gianluca Arcopinto 
produzione e distribuzione/production and distribution: Axelotil Film 
vendita all’estero/ world sales The Open Reel
Menu
X
X