30° TORINO FILM FESTIVAL
TORINOFILMLAB

KEBUN BINATANG

POSTCARDS FROM THE ZOO
di Edwin
Nazione: Indonesia
Anno: 2012
Durata: 96'


Lana è cresciuta nello zoo in cui suo padre la abbandonò da bambina. A prendersi cura di lei i guardiani del parco, intorno a lei gli animali, le gabbie e una natura sottomessa. L’arrivo improvviso di un giovane e affascinante cowboy, esperto prestigiatore, cambia tutto: innamoratasi di lui, Lana ne diviene l’assistente e, per la prima volta, esce dallo zoo. Ma la felicità non può durare a lungo: durante uno spettacolo l’illusionista sparisce nel nulla, avvolto in un nuvola di fumo, lasciando Lana sola e smarrita. La ragazza finisce a lavorare in un salone di massaggi a luci rosse, in un mondo così diverso da quello dov’è cresciuta. L’unica soluzione per lei è lasciarsi tutto alle spalle e fare ritorno nell’unica casa che abbia mai avuto.

Biografia

regista

. Edwin

Edwin (Surabaya, Indonesia) si è iscritto nel 1999 all’Istituto d’arte di Giacarta per studiare regia, ma non ha mai ultimato la carriera accademica, preferendo fare esperienza come filmmaker indipendente. Si è fatto conoscere a livello internazionale con il cortometraggio Kara, Daughter of a Tree (2005), primo film indonesiano a venir proiettato alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes. Successivamente ha diretto, tra gli altri, Trip to the Wound (2007), Hulahoop Soundings (2008), un omaggio ai fratelli Coen commissionatogli dal Rotterdam International Film Festival, il lungometraggio Blind Pig Who Wants to Fly (2008), premiato in numerosi festival internazionali, e l’episodio Roller Coaster del film corale Belkibolang (2010). Con Postcards from the Zoo ha partecipato in concorso all’ultima Berlinale.

FILMOGRAFIA

A very Slow Breakfast (cm, 2002), Dajang Soembi (The Woman Who Was Married to a Dog, cm, 2004), Kara, Daughter of a Tree (cm, 2005), Songs from Our Sunny Homeland (doc., 2006), A Very Boring Conversation (cm, 2006), Trip to the Wound (cm, 2007), Hulahoop Soundings (cm, 2008), Blind Pig Who Wants to Fly (2008), Belkibolang (ep. Roller Coaster, cm, 2010), Kebun Binatang (Postcards from the Zoo, 2012).

Dichiarazione

regista

«La parola “cartoline” deriva dal mio modo di percepire il cinema. Infatti mi piacciono i film frammentari, capaci di liberarsi dai limiti imposti dalle strutture, film che permettono allo spettatore di uscire dal racconto, evocando o scatenando ricordi di esperienze personali. Per me è un po’ come spedire o ricevere delle cartoline».

Cast

& Credits

regia/director Edwin
sceneggiatura/screenplay Edwin, Daud Sumolang, Titien Wattimena fotografia/cinematography Sidi Saleh
montaggio/film editing Herman Kumala Panca
scenografia/production design Eros Eflin
costumi/costume design Aulia Yogyanti
musica/music Dave Lumenta
suono/sound Wahyu Tri Purnomo
interpreti e personaggi/cast and characters Ladya Cheryl (Lana), Nicholas Saputra (il mago/magician), Adjie Nur Ahmad, Larysa Aurelya Raditya, Dave Lumenta, Abizars, Iwan Gunawan, Nitta Nazyra C. Noer, Heidy Tristiana Triswan, Budi Hidayat, Maman Ahadiat Safarman Effendi, Yasfi Hakim, Budi Purbadi produttore/producer Meiske Taurisia
produzione/production babitutafilm
coproduttori/coproducers Lorna Tee, Thanassis Karathanos, Karl Baumgartner coproduzione/coproduction Pallas Film
vendita all’estero/world sales The Match Factory
Menu
X
X