30° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE

LE FILS DE L'AUTRE

THE OTHER SON
di Lorraine Levy
Nazione: Francia
Anno: 2012
Durata: 105'


Poco prima di entrare nell’esercito israeliano per sottoporsi ai due anni di leva obbligatoria, Joseph scopre di essere stato scambiato alla nascita da quelli che ha sempre considerato i suoi genitori biologici con Yacine, un coetaneo nato in una famiglia palestinese della Cisgiordania. Uno shock fortissimo per i due ragazzi, così diversi fra loro, e per i loro familiari, che porterà tutti quanti a riconsiderare valori, convinzioni e rispettive identità.

Biografia

regista

Lorraine Levy

Lorraine Lévy è una sceneggiatrice e regista cinematografica e televisiva francese. Dopo aver collaborato a numerose serie e film per il piccolo schermo, ha esordito nel 2005 con il lungometraggio comico La première fois que j’ai eu 20 ans, a cui sono seguiti il cortometraggio Dix films pour en parler (2007), la commedia sentimentale Mes amis mes amours (2008), il tv movie Un divorce de chien (2010) e Le fils de L’autre (2012). Come commediografa e regista teatrale ha scritto e messo in scena Finie la comédie (1988) e La partage (1994).

FILMOGRAFIA

Les frangines (tv, 2003), Legardère (tv, 2005), La première fois que j’ai eu 20 ans (2005), Ma meilleure amie (tv, 2006), L’affaire Sacha Guitry (tv, 2007), Dix films pour en parler (cm, 2007), Cartouche, le brigand magnifique (tv, 2008), Mes amis mes amours (2008), Du sang et de l’encre (tv, 2009), Un divorce de chien (tv, 2010), Le fils de l’autre (Il figlio dell’altra, 2012).

Dichiarazione

regista

«La famiglia è un microcosmo in cui ha origine ciò che siamo. Ma cosa vuol dire essere un bambino? Ed essere un adulto? Si può scegliere di restare l’uno o divenire l’altro? Mi piace molto la definizione di Kenneth Branagh: “Un adulto è soltanto un bambino con dei doveri”. Evidentemente nel Figlio dell’altra si punta direttamente al cuore della domanda precedente. I due ragazzi del film hanno affrontato percorsi di vita talmente differenti che uno è già cambiato drasticamente mentre l’altro non ancora. [...] Ho voluto che questa differenza saltasse agli occhi, che questa rottura fosse incarnata fisicamente dai miei attori».

Cast

& Credits

regia/director Lorraine Lévy
soggetto/story Noam Fitoussi
sceneggiatura/screenplay Nathaline Saugeon, Lorraine Lévy, Noam Fitoussi fotografia/cinematography Emmanuel Soyer
montaggio/film editing Sylvie Gadmer
scenografia/production design Miguel Markin, Eytan Lévy 
costumi/costume design Rona Doron, Valérie Adda
musica/music Dhafer Youssef
suono/sound Jean-Paul Bernard
interpreti e personaggi/cast and characters Emmanuelle Devos (Orith), Pascal Elbé (Alon), Jules Sitruk (Joseph), Mehdi Dehbi (Yacine), Areen Omari (Leïla), Khalifa Natour (Saïd), Mahamood Shalabi (Bilal), Diana Zriek (Amina), Marie Wisselman (Keren), Bruno Podalydès (David), Ezra Dagan (il rabbino/rabbi), Tamar Shem Or (Yona), Tomer Ofner (Ilan), Noa Manor (Ethel), Shira Naor (Lisa) produttori/producers Virginie Lacombe, Raphaël Berdugo
produzione/production Rapsodie Production, Cité Films
distribuzione/distribution Teodora Film

Menu
X
X