30° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE

THE SESSIONS

THE SESSIONS
di Ben Lewin
Nazione: USA
Anno: 2012
Durata: 95'


Il poeta e giornalista Mark O’Brien, colpito da poliomielite all'età di quattro anni e da allora costretto a passare la maggior parte del tempo collegato a un polmone d’acciaio, decide di perdere la verginità all'improbabile età di trentotto anni. Per farlo, si affida a una professionista del settore, Cheryl, che nelle poche ore quotidiane in cui l’uomo può staccarsi dal macchinario lo introduce al mondo della sessualità.

Biografia

regista

Ben Lewin

Ben Lewin (Polonia, 1946), emigrato in Australia da bambino, ha studiato legge prima di frequentare la National Film School in Inghilterra. Ha esordito alla regia nel programma della Bbc Nationwide per poi realizzare documentari e programmi di attualità per Thames, Granada e Channel Four Television. Nel 1979 ha scritto e diretto The Case of Cruelty to Prawns, premiato come miglior film televisivo al Melbourne Film Festival. Con La misteriosa morte di Georgia White (1988) ha ottenuto otto candidature dall’Australian Film Institute, mentre The Dunera Boys (1985) e Un pesce color rosa (1991) hanno vinto l’Awgie Award per la miglior sceneggiatura. Per la televisione ha diretto alcuni episodi di Ally McBeal e della serie drammatica australiana Sea Change.

FILMOGRAFIA

Welcome to Britain (doc., 1975), The Case of Cruelty to Prawns (tv, 1979) Destination Australia: The Migrant Experience Since 1788 (coregia/codirector Karl McPhee, tv, doc., 1984), The Dunera Boys (tv, 1985), A Matter of Convenience (tv, 1987), Georgia (La misteriosa morte di Georgia White, 1988), The Favour, the Watch and the Very Big Fish (Un pesce color rosa, 1991), Lucky Break (1994), Hollywood Gold (2003), The Sessions (id., 2012).

Dichiarazione

regista

«L’articolo di Mark O’Brien dal titolo On Seeing a Sex Surrogate è a tutti gli effetti la bozza della sceneggiatura del film, tuttavia la storia risente in modo importante anche della mia interpretazione del soggetto e dei personaggi. Infatti, l’incontro con Susan Fernbach, amante, compagna e collaboratrice letteraria di O’Brien nei suoi ultimi anni di vita, ha reso possibile la costruzione di un personaggio ben più complesso di quello che sarei riuscito a concepire senza la sua consulenza, così come aver conosciuto Cheryl Cohen-Greene mi ha aiutato a tramutare la biografia di Mark in un film sentimentale che ho scritto con più piacere e disinvoltura».

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay Ben Lewin
fotografia/cinematography Geoffrey Simpson
montaggio/film editing Lisa Bromwell
scenografia/production design John Mott
costumi/costume design Justine Seymour
musica/music Marco Beltrami
suono/sound Marty Kasparian
interpreti e personaggi/cast and characters John Hawkes (Mark O’Brien), Helen Hunt (Cheryl), William H. Macy (padre/father Brendan), Moon Bloodgood (Vera), Annika Marks (Amanda), Adam Arkin (Josh), Rhea Perlman (Mikvah Lady), W. Earl Brown (Rod), Robin Weigert (Susan), Blake Lindsley (dr Laura White), Ming Lo (Clerk)
produttori/producers Judi Levine, Stephen Nemeth, Ben Lewin produzione/production Such Much Films, Rhino Films
distribuzione/distribution Fox Searchlight Italia
Menu
X
X