30° TORINO FILM FESTIVAL
TORINOFILMLAB

YEK KHANÉVADÉH-E MOHTARAM

A RESPECTABLE FAMILY
di Massoud Bakhshi
Nazione: Iran
Anno: 2012
Durata: 90'


Arash è un professore di sociologia di origini iraniane che vive in Occidente da venticinque anni. Nel 2008 torna a Shiraz per lavoro, sebbene abbia reciso ogni legame con la famiglia a causa del pessimo rapporto col padre, una guardia rivoluzionaria che ha basato la sua fortuna sulla corruzione e sulla morte dell’altro figlio. Ma è proprio la morte del genitore a portare Arash nei luoghi del passato e ricongiungersi così con quella che non è solo la storia di tre generazioni della sua famiglia, ma anche di tutto l’Iran dal 1980 alle elezioni del 2009.

Biografia

regista

Massoud Bakhshi

Massoud Bakhshi (Teheran, Iran), diplomato in fotografia e cinema e laureato in ingegneria agricola, ha studiato cinema in Italia, dove ha diretto il primo cortometraggio, Cine Citta (1999), premiato come miglior documentario al Festival di Teheran. Specializzatosi in Francia in finanziamenti alla cultura nel 2005, ha lavorato come critico cinematografico, sceneggiatore e produttore, continuando anche la sua attività di regista. Le sue opere sono state proiettate nei maggiori festival internazionali: Tehran Has No More Pomegranates! ha vinto numerosi premi in Iran, mentre Bagh Dad Bar Ber ha ricevuto il premio per il miglior film di finzione al Festival di cinema internazionale di Tampere nel 2009. A Respectable Family è stato presentato alla Quinzaine des réalisateurs della scorsa edizione di Cannes e a Karlovy Vary.

FILMOGRAFIA

Cine Citta (cm, doc., 1999), Shenasaeiye Yek Zan (Identification of a Woman, cm, doc., 1999), Vaghti Behrang Ayoumi ra Molaghat Mikonad (When Behrang Meets Ayoumi, cm, doc., 2001), Namaze Baran (Praying for the Rain, cm, 2003), Panjerehay-E-Gomshodeh (Lost Windows, mm, doc., 2004), Tehran Has No More Pomegranates! (mm, 2007), Bagh Dad Bar Ber (cm, 2008), Our Persian Rug (mm, 2010), Yek Khanévadéh-E Mohtaram (A Respectable Family, 2012).

Dichiarazione

regista

«Ci sono sicuramente preconcetti e pregiudizi nello sguardo del pubblico occidentale verso il cinema iraniano, ed è davvero un peccato. I nostri pensieri sono quotidianamente manipolati dai media e questa circostanza è molto spiacevole perché ci impedisce di avere un quadro autentico del Paese e del suo mondo. Penso che solo attraverso l’arte e la cultura si possano conoscere altri Paesi e altre culture, ma in realtà il cinema, che dopotutto è anch’esso un mezzo espressivo, può alimentare pregiudizi e luoghi comuni».

Cast

& Credits

regia, sceneggiatura/director, screenplay Massoud Bakhshi fotografia/cinematography Mehdi Jafari
montaggio/film editing Jacques Comets
scenografia/production design Mahmoud Bakhshi
musica/music Kayhan Kalhor
suono/sound Bahman Heidari, Thomas Robert, Jean-Guy Veran
interpreti/cast Babak Hamidian, Mehrdad Sedighian, Mehran Ahmadi, Ahoo Kheradmand, Parivash Nazarieh, Behnaz Jafari, Mehrdad Ziai, Yazdan Jamshidi, Matin Khatibi, Niki Nasirian, Davood Fathalibeigi, Sima Mobarakshahi, Parvin Meikadeh, Adnan Shahtalai
produttori/producers Mohammad Afarideh, Jacques Bidou, Marianne Dumoulin produzione/production JBA Production, Firoozei Films
vendita all’estero/world sales Pyramide International
Menu
X
X