33° TORINO FILM FESTIVAL
TORINO 33

LA PATOTA

PAULINA
di Santiago Mitre
Nazione: Argentina, Brasile, Francia
Anno: 2015
Durata: 103'


Paulina, ventottenne di Buenos Aires con una brillante carriera da avvocato davanti a sé, decide di fare ritorno nei luoghi dove è nata, al confine tra Argentina, Paraguay e Brasile, per lavorare come insegnante in una zona a forte disagio sociale. Nessuno avrebbe potuto immaginare un cambiamento tanto radicale, né il fidanzato né tantomeno il padre, potente giudice della zona. Eppure Paulina è convinta della propria scelta: e neanche l’aggressione notturna da parte di una banda di ragazzi ne scalfisce la determinazione.

Biografia

regista

Santiago Mitre

Santiago Mitre (Buenos Aires, Argentina, 1980) si è formato all’Università di cinema Fuc e nel 2004 ha diretto con Alejandro Fadel, Martin Mauregui e Juan Schnitman il suo primo film, El amor (1a parte), presentato al Bafici e alla Settimana internazionale della critica di Venezia. Dal 2006 ha iniziato a scrivere per il cinema e la televisione, sceneggiando anche tre film di Pablo Trapero, tra cui Leonera, selezionato in concorso a Cannes nel 2008. Nel 2011 ha cofondato la casa di produzione La unión de los ríos, con cui ha prodotto il suo primo lungometraggio El estudiante, che ha partecipato a più di trenta festival e ottenuto diversi riconoscimenti, tra cui il premio speciale della giuria nella sezione Cineasti del presente di Locarno. Il suo secondo lungometraggio, La patota, nel 2015 ha vinto il premio Fipresci a Cannes e il premio per la miglior attrice (Dolores Fonzi) al Torino Film Festival. 

FILMOGRAFIA

El amor (1a parte) (coregia/codirectors Alejandro Fadel, Martin Mauregui, Juan Schnitman, 2004), El estudiante (2011), Los posibles (coregia/codirector Juan Onofri Barbato, mm, 2013), La patota (2015), La cordillera (2017).

Dichiarazione

regista

«Una delle sfide che La patota ci pone riguarda il rispetto delle decisioni che non condividiamo. È facile rispettare scelte identiche a quelle che avremmo fatto noi stessi, ma è praticamente impossibile provare a comprendere ciò che riteniamo sbagliato. Perché Paulina prende quella decisione? Cosa sta cercando, e cosa vuole dimostrare? Ce lo siamo domandati in ogni momento del film e continuiamo a farlo adesso, così come spero faranno anche gli spettatori».

Cast

& Credits

regia/director
Santiago Mitre
sceneggiatura/screenplay
Santiago Mitre, Mariano Llinás
fotografia/cinematography
Gustavo Biazzi
montaggio/film editing
Delfina Castagnino, Leandro Aste, Joana Collier
scenografia/production design
Micaela Saiegh
costumi/costume design
Florencia Caligiuri, Carolina Sosa Loyola
musica/music
Nicolás Varchausky
suono/sound
Santiago Fumagalli, Federico Esquerro, Edson Secco
interpreti/cast
Dolores Fonzi, Oscar Martinez, Esteban Lamothe, Cristian Salguero, Verónica Llinás, Laura López Moyano, Ezequiel Diaz, Andrea Quattrocchi, Silvina Savater
produttori/producers
Agustina Llambi Campbell, Fernando Brom, Santiago Mitre, Lita Stantic, Didar Domehri, Laurent Baudens, Gaël Nouaille, Axel Kuschevatzky, Walter Salles, Ignacio Viale
produzione/production
La Unión de los Ríos, Full House

contatti/contacts
Versatile
Alexandre Moreau
Tel: +33 (0)1 76 21 61 66
amoreau@versatile-films.com
Menu