33° TORINO FILM FESTIVAL
ONDE 2015

POMPEI ETERNAL EMOTION

POMPEI ETERNAL EMOTION
di Pappi Corsicato
Nazione: Italia
Anno: 2015
Durata: 10'


«Il documentario vuole evocare lo struggente e contraddittorio sentimento della vita e della morte che convive quando ci si trova a Pompei. I turisti che si sono prestati a partecipare sono immobilizzati in un istante di vita, come i calchi degli sfortunati abitanti dell’antica città sorpresi dall’eruzione sterminatrice del 79 dopo Cristo. La vitalità che avanza e la fissità più assoluta si incontrano nelle strade di Pompei, dove, all’ombra del Vesuvio, le rovine delle case, i templi, i teatri sembrano attendere nuova vita».

Biografia

regista

Pappi Corsicato

Pappi Corsicato (Napoli, 1960), dopo aver studiato danza e coreografia alla Alvin Alley Dance School di New York e recitazione all’Accademia di arte drammatica, ha lavorato come assistente di Pedro Almodóvar per Légami! (1989) e nel 1993 ha esordito con Libera, collezione di tre cortometraggi presentata alla Berlinale e vincitrice del Nastro d’argento come migliore opera prima. Nel 1995 dirige I buchi neri, con Iaia Forte, e partecipa alla Mostra di Venezia. Nel 2001 realizza Chimera e dopo sette anni firma Il seme della discordia (2008), che partecipa in concorso a Venezia come il successivo Il volto di un’altra (2012). Ha inoltre girato videoclip e curato regie teatrali e realizzato documentari sull’arte contemporanea, oltre che il ritratto Armando Testa - Povero ma moderno (2009), vincitore a Venezia del premio Pasinetti.

FILMOGRAFIA

Libera (1993), I buchi neri (1995), I vesuviani (ep. La stirpe di Iana, cm, 1997), I colori della città celeste (cm, 1999), Chimera (2001), Diario di viaggio con fantasmi (doc., 2006), Il seme della discordia (2008), Ettore Spalletti (cm, doc., 2008), Questione di gusti (cm, tv, 2009), Armando Testa - Povero ma moderno (doc., 2009), Capo dio monte (cm, doc., 2010), Il volto di un’altra (2012), Pompei Eternal Emotion (cm, 2015).

Dichiarazione

regista

«Il documentario vuole evocare lo struggente e contraddittorio sentimento della vita e della morte che convive quando ci si trova a Pompei. I turisti che si sono prestati a partecipare sono immobilizzati in un istante di vita, come i calchi degli sfortunati abitanti dell’antica città sorpresi dall’eruzione sterminatrice del 79 dopo Cristo. La vitalità che avanza e la fissità più assoluta si incontrano nelle strade di Pompei, dove, all’ombra del Vesuvio, le rovine delle case, i templi, i teatri sembrano attendere nuova vita».

Cast

& Credits

regia/director
Pappi Corsicato
fotografia/cinematography
Cesare Accetta
montaggio/film editing
Artemide Alfieri


contatti/contacts
Pappi Corsicato
pappicorsicato@libero.it
Menu