Nazione: Italia
Anno: 2019
Durata: 93'


Nour ha dieci anni e ha affrontato da sola il viaggio verso l’Europa attraverso il Mediterraneo. Cosa ci fa da sola a Lampedusa, fra i sopravvissuti a un naufragio? Pietro Bartolo, medico dell’isola, se ne prende cura e, un passo dopo l’altro, cerca di ricostruire non solo il passato della bambina, ma anche il suo presente e un nuovo futuro.

Programmazione

festival

24
NOV
09:00
Cinema Classico
Proiezione stampa
Sottotitoli: Eng. sub.
24
NOV
17:30
Acquista
Cinema Massimo - Sala 1
La proiezione sarà presentata da Maurizio Zaccaro, Pietro Bartolo (soggetto), Donatella Palermo (prod.).
Sottotitoli: Eng. sub.
25
NOV
14:30
Acquista
Cinema Massimo - Sala 1
Sottotitoli: Eng. sub.
26
NOV
11:00
Acquista
Cinema Reposi - Sala 1
Sottotitoli: Eng. sub.

Biografia

regista

Maurizio Zaccaro

Maurizio Zaccaro (Milano, 1952), diplomato alla Scuola del cinema di Milano, nel 1977 gira Overkill, vincitore a Oberhausen. La frequentazione del laboratorio di Ipotesi Cinema lo porta a realizzare nel 1988 In coda alla coda, mentre nel 1991 con Dove comincia la notte vince un David di Donatello, premio ottenuto anche nel 1999 con Un uomo perbene. Dal 2000 al 2011 dirige fiction televisive e miniserie e, nel 2009, il documentario Il Piccolo, presentato a Venezia, come anche il successivo Un foglio bianco (2011). Fra il 2013 e il 2016 partecipa al Torino Film Festival con i documentari Adelante petroleros - L’oro nero dell’Ecuador (2013), Augusto Tretti: un ritratto (2015) e La felicità umana (2016).

FILMOGRAFIA

In coda della coda (1988), Kalkstein - La valle di pietra (1992), L’articolo 2 (1993), Il carniere (1996), La missione (1997), Cristallo di rocca (1998), Un uomo perbene (1999), I ragazzi della via Pal (tv, 2002), Al di là delle frontiere (tv, 2003), Mafalda di Savoia (tv, 2005), ‘O professore (tv, 2006), Lo smemorato di Collegno (tv, 2008), I nove semi (l’India di Vandana Shiva) (2009), A testa alta (2013), Augusto Tretti: un ritratto (2015), La felicità umana (2016), Nour (2019).

Dichiarazione

regista

«Mi sono chiesto come mettere in scena con il dovuto rispetto la storia di Nour. Sono giunto alla conclusione che nulla, in questo film, poteva essere ricreato in modo posticcio. Nour, per essere credibile, doveva collocarsi a metà strada fra il vero vissuto, quello che Pietro Bartolo descrive nel suo libro, e il vero narrato, quello di Sergio Castellitto che lo interpreta sullo schermo. Due modi di raccontare il vero e il verosimile in modo da rendere una storia, pur complessa che sia, vicina a tutti, anche se affonda le sue radici nella realtà più dura, scomoda e controversa che si conosca».

Cast

& Credits

maurizio zaccaro
NOUR
Italia/Italy, 2019, 90’, col.

nour

regia/director
Maurizio Zaccaro
soggetto/story
Pietro Bartolo, Diego De Silva, Maurizio Zaccaro, Monica Zapelli, liberamente tratto da/loosely based on Lacrime di sale di/by Pietro Bartolo e/and Lidia Tilotta, con la collaborazione di/in collaboration with Giacomo Bartolo
sceneggiatura/screenplay
Monica Zapelli, Maurizio Zaccaro, Imma Vitelli
fotografia/cinematography
Fabio Olmi
montaggio/film editing
Paola Freddi
scenografia/production design
Gaspare De Pascali
costumi/costume design
Laura Costantini
musica/music
Alessio Vlad
interpreti/cast
Sergio Castellitto, Raffaella Rea, Linda Mresy, Valeria D’Obici, Fabio Bussotti, Thierry Toscan
produttori/producers
Donatella Palermo, Elisabetta Olmi
produzione/production
Stemal Entertainment, Ipotesi Cinema, Rai Cinema

**
contatti/contacts
Vision Distribution
https://www.visiondistribution.it/
Menu
X
X