37° TORINO FILM FESTIVAL
FESTA MOBILE/TEONA STRUGAR MITEVSKA

THE WOMAN WHO BRUSHED OFF HER TEARS

THE WOMAN WHO BRUSHED OFF HER TEARS
di Teona Strugar Mitevska
Nazione: Macedonia
Anno: 2012
Durata: 103'


Helena vive a Parigi e, dopo la tragica perdita del figlio, il suo mondo si è rovesciato e la sua battaglia per la sopravvivenza si è trasformata in una ricerca di vendetta. Ajsun vive con il padre e suo figlio Ilkin sulle alte montagne macedoni. Qui la vita ha ritmi e obiettivi differenti, tutto è finalizzato alla sopravvivenza quotidiana. Il film narra la storia di due madri molto diverse tra loro: una ha bisogno di punire per poter andare avanti, l’altra è obbligata ad accettare una punizione giornaliera per esistere.

Programmazione

festival

23
NOV
20:00
Acquista
Cinema Reposi - Sala 1
Sottotitoli: sott. it./Eng. sub.
25
NOV
10:00
Acquista
Cinema Massimo - Sala 3
Sottotitoli: sott. it./Eng. sub.

Biografia

regista

Teona Strugar Mitevska

Teona Strugar Mitevska (Skopje, Macedonia del Nord, 1974), figlia di artisti, inizia a lavorare come attrice fin da bambina. Dopo gli studi di grafica e pittura, ottiene un master alla Tisch School of Arts di New York. Il suo primo cortometraggio, Veta, viene premiato a Berlino nel 2002, mentre il suo esordio nel lungometraggio, How I Killed a Saint (2004), è in concorso a Rotterdam. Si tratta del primo film prodotto dalla Sisters and Brother Mitevski, fondata con la sorella e il fratello. Nel 2007 firma I Am from Titov Veles, premio speciale della giuria a Sarajevo. The Woman Who Brushed Off Her Tears è presentato nel 2012 a Berlino, mentre nel 2013 la regista gira Teresa and I, un documentario su Madre Teresa. When the Day Had No Name (2017) è stato a Berlino nella sezione Panorama.

FILMOGRAFIA

filmografia/filmographyVeta (cm, 2002), Kako ubiv svetec (How I Killed a Saint, 2004), Jas sum od Titov Veles (I am From Titov Veles, 2007), The Woman Who Brushed Off Her Tears (2012), Teresa and I (doc., 2015), When the Day Had No Name (2017), Gospod postoi, imeto I’ e Petrunija (Dio è donna e si chiama Petrunya, 2019).

Dichiarazione

regista

«The Woman Who Brushed Off Her Tears è un film in cerca di umanità. Racconta di persone fuori posto, di individui che sfidano le catene della società per liberare se stessi. […] Uso molto di più il dialogo rispetto ai miei film precedenti, i personaggi di questa storia non si limitano ad agire, ma danno voce alle loro opinioni, parlano in maniera diretta. Non ci sono sogni o illusioni: è tutto alla luce del sole. The Woman Who Brushed Off Her Tears ricerca gli spazi tra ciò che è detto. Percepire il silenzio è il mio secondo tema. Più avanti proverò a sviluppare la correlazione tra dialogo e video, e l’inevitabile simbiosi che creano».

Cast

& Credits

teona strugar mitevska
THE WOMAN WHO BRUSHED OFF HER TEARS
Macedonia-Germania-Slovenia-Belgio/Macedonia-Germany-Slovenia-Belgium, 2012, 103’, col.

the woman who brushed off her tears

regia, sceneggiatura/director, screenplay
Teona Strugar Mitevska
fotografia/cinematography
Mátiás Erdély
montaggio/film editing
Nicholas Gaster
scenografia/production design
Vuk Mitevski
costumi/costume design
Monika Lorber
suono/sound
Paul Heymans, Fred Meert
interpreti e personaggi/cast and characters
Victoria Abril (Helena), Labina Mitevska (Ajsun), Jean Marie Galey (Emil), Arben Bajraktaraj (Lucien), Firdaus Nebi (Ismail), Dimitar Gjorgjievski (Noah)
produttore/producer
Labina Mitevska
produzione/production
Sisters and Brother Mitevski
coproduzione/coproduction
Ostlicht filmproduktion, Entre Chien et Loup, Vertigo Film, Luminary Media

**
contatti/contacts
Sisters and Brother Mitevski
[email protected]
www.sistersandbrothermitevski.com
Menu
X
X