38° TORINO FILM FESTIVAL
FUORI CONCORSO/PREMIO MARIA ADRIANA PROLO

DUE SCATOLE DIMENTICATE - VIAGGIO IN VIETNAM

DUE SCATOLE DIMENTICATE - VIAGGIO IN VIETNAM
di Cecilia Mangini
Nazione: Italia
Anno: 2020
Durata: 57'


Tra il 1964 e il 1965 i registi Lino Del Fra e Cecilia Mangini hanno vissuto per tre mesi nel Vietnam del Nord, all’epoca in guerra con gli Stati Uniti, per i sopralluoghi di un film dedicato a un popolo in lotta per l’unità e la propria indipendenza. Ora, dimenticate per più di cinquant’anni in un vecchio armadio in soffitta, due scatole da scarpe piene di negativi fotografici sono state inaspettatamente ritrovate. E ne è nato un film da camera che racconta di una guerra, della memoria che svanisce, di una sfida contro il tempo che passa.

Programmazione

festival

24
NOV
dalle ore 14.00 per 48 ore
Acquista
TFF@MyMoviesLive!
Sottotitoli: Eng. sub.

Biografia

regista

Cecilia Mangini

(Mola di Bari, Italia, 1927), fotografa, saggista, sceneggiatrice e regista, è stata la prima documentarista donna del cinema italiano. Inizia a lavorare come critico cinematografico e trova poi in Lino Del Fra (1927-1997) il compagno con cui condividere la vita e raccontare le trasformazioni politiche e socio-culturali del dopoguerra. Da sola e con Del Fra, spesso collaborando con Pier Paolo Pasolini, gira lavori documentari sulle periferie e sulla condizione delle classi disagiate, da Ignoti alla città (1958) a La briglia sul collo (1974), da La canta delle Marane (1960), ispirato da Ragazzi di vita di Pasolini, a Stendalì - Suonano ancora (1960). Con All'armi siam fascisti! (1960) sono i primi, con Lino Micciché, a realizzare una riflessione visiva sul regime, per poi analizzare la figura di Stalin in La statua di Stalin (1963). In Comizi d’amore '80 toccano invece i temi della sessualità e dell’aborto. Nel 2012 è tornata al cinema con In viaggio con Cecilia (2013), diretto con Mariangela Barbanente e girato a Taranto per documentare l’inquinamento della città. Il Torino Film Festival le consegnerà il Premio Maria Adriana Prolo.

FILMOGRAFIA

Ignoti alla città (doc, cm, 1958), Maria e i giorni (doc, cm, 1959), Firenze di Pratolini (doc, cm, 1959), La canta delle marane (doc, cm, 1960), Stendalì - Suonano ancora (doc, cm, 1960), La passione del grano (doc, cm, coregia di Lino del Fra, 1960), Fata Morgana (doc, coregia di Lino del Fra, 1961), All'armi, siam fascisti! (doc, coregia di Lino Del Fra e Lino Micciché, 1962), La statua di Stalin (doc, coregia di Lino Del Fra, 1963), Divino amore (doc, 1963), Trieste del mio cuore (doc, cm, 1964), Pugili a Brugherio (doc, cm, 1965), Tommaso (doc, cm, 1965), Felice Natale (doc, cm, 1965), Essere donne (1965), Brindisi '66 (1966), Domani vincerò (1969), La briglia sul collo (cm, 1974), Comizi d’amore ’80 (doc, coregia di Lino Del Fra, 1982), In viaggio con Cecilia  (coregia di Mariangela Barbanente>, 2013), Due scatole dimenticate - Un viaggio in Vietnam, (doc, 2020).

Dichiarazione

regista

«Sono le fotografie che mi ricordano le cose, perché io sto perdendo la memoria. Non mi ricordavo di queste due scatole. E poi le ho prese, le ho aperte, ho cominciato a guardare i provini e c’erano cose di cui avevo dimenticato tutto e che invece sono ritornate, perché la fotografia recupera il tempo, recupera lo spazio, recupera le sensazioni, recupera tutto».

Cast

& Credits

REGIA: Cecilia Mangini. MONTAGGIO: Matteo Gherardini. MUSICA: Admir Shkurtaj, Egisto Macchi. PRODUZIONE: Officina Visioni, Rai Cinema, con il sostegno di Fondazione Sardegna Film Commission.
Menu