38° TORINO FILM FESTIVAL
TFFDOC/INTERNAZIONALE

UN CUERPO ESTALLÓ EN MIL PEDAZOS

A BODY EXPLODED INTO A THOUSAND PIECES
di Martín Sappia
Nazione: Argentina
Anno: 2020
Durata: 91


Una vita segnata dal vagabondaggio. Un personaggio che non ha lasciato indizi o mappe da seguire. Niente che riporti qualcosa su di lui. Le sue opere non avevano copioni ed esistevano solo nella fugacità del momento. Jorge Bonino era un artista non classificabile. Ha conquistato l’Europa senza interprete, usando un linguaggio inventato che tutti capivano. Un amico immaginario ha mappato le tracce che il suo corpo ha lasciato nello spazio, attraverso le storie di una vita possibile.

Programmazione

festival

27
NOV
dalle ore 14.00 per 48 ore
Acquista
TFF@MyMoviesLive!
Sottotitoli: sott. it. / Eng. sub.

Biografia

regista

Martín Sappia

(Córdoba, Argentina) è un regista e montatore. Ha lavorato a più di trenta lungometraggi per il cinema (tra cui Las calles di María Aparicio e il documentario Las cruces di Teresa Arredondo e Carlos Vásquez, 2018) e una cinquantina di documentari per la televisione. Come artista ha realizzato opere per musei e installazioni e da educatore ha insegnato nel Master in Cinema Documentario dell'Università Autonoma di Barcellona e tenuto corsi sul montaggio per l'Università Nazionale di Córdoba. Un cuerpo estalló en mil pedazos è il suo primo film da regista.

FILMOGRAFIA

Un cuerpo estalló en mil pedazos (doc, 2020).

Dichiarazione

regista

«Ho iniziato dalla domanda su chi fosse Jorge Bonino. Il primo tentativo di ricerca si scontrò con l'impossibilità di sapere. Parlare di Bonino significa mettere sotto scacco l’idea stessa di documentario. Non c'è alcun soggetto, non c'è alcun lavoro. Bonino ha improvvisato e non ha scritto sceneggiature. Non esistono registrazioni dei suoi "atti", a parte alcune fotografie. Il suo lavoro è mito e memoria. Le sue opere vivono in chi le ha vissute. Con Bonino l'idea di biografia è disarticolata. Ho trovato solo pezzi singoli, briciole, frammenti di una vita passata, il tutto sostenuto dal mito costruito intorno a lui. Di concreto nella sua vita ci sono solo il vuoto e l’assenza di un archivio. Bonino ha inventato una lingua e quella lingua ha inventato una vita, difficile da svelare esattamente come l’idioma che l'ha costruita».

Cast

& Credits

REGIA, SCENEGGIATURA, MONTAGGIO: Martin Sappia. FOTOGRAFIA: Ezequiel Salinas, Carlos Vásquez Méndez, María Aparicio. SUONO: Atilio Sánchez, Federico Disandro. VOCE: Eugenia Almeida. PRODUZIONE: Twins Latin Films.

CONTATTI: Martin Sappia marsapp@hotmail.com
Menu