39° TORINO FILM FESTIVAL
FUORI CONCORSO

BANGLA - LA SERIE

BANGLA - LA SERIE
di Phaim Bhuiyan, Emanuele Scaringi
Nazione: Italia
Anno: 2021
Durata: 60


Phaim è un ragazzo italiano di seconda generazione di origini bengalesi, musulmano praticante. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, periferia multietnica di Roma, ha un gruppo musicale fondato coi suoi migliori amici, anche loro italiani di seconda generazione, e una fidanzata, Asia, che è il suo esatto opposto. Asia infatti viene da Roma nord, è una ragazza di puro istinto, senza regole, con una famiglia un po’ bislacca e di vedute molto ampie. Ce la farà Phaim a vivere il suo amore per Asia e nel frattempo rispettare la regola più rigida dell’Islam: la castità prima del matrimonio? La serie tratta dal film Bangla, scritto e diretto nel 2019 dallo stesso Phaim Bhuiyan.

Biografia

regista

Emanuele Scaringi

(Roma, 1979) lavora dal 2001 per la Fandango, occupandosi dello sviluppo di progetti. Come sceneggiatore ha collaborato a Senza nessuna pietà di Michele Alhaique, Diaz - Don’t Clean Up This Blood di Daniele Vicari e BB e il Cormorano di Edoardo Gabbriellini. Ha inoltre lavorato come delegato di produzione per diversi film e diretto corti e documentari selezionati in vari festival, tra cui Il ragno e la mosca, 2005; My Kind of Woman, 2005; All Human Rights, 2008; Okunchiran - Emergency in Cambogia, 2006). Ha inoltre curato la regia di spettacoli teatrali, concerti, spot, video e making of. Nel 2018 ha esordito nella regia di un lungometraggio con La profezia dell’armadillo, presentato alla Mostra di Venezia, a cui è seguita la serie tv L’alligatore (2020), diretta con Daniele Vicari.

FILMOGRAFIA

Le conseguenze dell’amore - Backstage (doc, 2004), Making of “Le conseguenze dell’amore” (doc, 2004), Il ragno e la mosca (2005), My Kind of Woman (cm, 2005), Okùnchiràn - Emergency in Cambogia (doc, 2006), All Human Rights for All (aa.vv., cm, 2008), Non dirlo. Il Vangelo di Marco (doc, 2016), La profezia dell’armadillo (2018), L’alligatore (coregia Daniele Vicari, tv, 2020), Bangla - La serie (coregia Phaim Bhuiyan, tv, 2021).

Phaim Bhuiyan

(Roma, 1995), ragazzo di seconda generazione originario del Bangladesh, è cresciuto nel quartiere di Torpignattara. Ha studiato grafica pubblicitaria e si è avvicinato all’audiovisivo verso i 14 anni con il suo primo canale su YouTube e vincendo diversi premi in concorsi scolastici. Ha inizia a lavorare come videomaker a 17 anni, realizzando videoclip per rapper e band punk-rock della scena underground di Roma. Dopo la maturità ha vinto una borsa di studio allo IED e iniziato un percorso formativo. Durante gli studi ha collaborato con la Rai per il programma Nemo - Nessuno escluso ed è stato da Emanuele Scaringi della Fandango, il quale gli ha poi proposto di realizzare la sua opera prima, Bangla, scritta e diretta nel 2019 e diventata un piccolo caso cinematografico.

FILMOGRAFIA

Essere o Non essere (doc, 2013), Banga (2019), Bangla - La serie (co-regia Emanuele Scaringi, 2021)

Dichiarazione

regista

«Ciò che ci ha spinto a realizzare Bangla - La serie è l’esigenza di approfondire il mondo delle seconde generazioni. Un mondo ancora molto conflittuale, in cui le radici tradizionali sono ancora profonde e i valori solidi, con la voglia però di aprirsi e di abbracciare nuove realtà. Ed è proprio questa contaminazione di valori a creare conflitti: "Chi sono io? Un italiano o uno straniero?" "I miei genitori non saranno d’accordo" "Chissà come mi vedono gli altri?"... Sono queste alcune delle domande che una persona di seconda generazione (un "2G") si può porre. Proprio per questo con Vanessa Picciarelli ed Emanuele Scaringi abbiamo voluto esplorare le dinamiche a livello sentimentale di Phaim: qual è il problema che lo blocca continuamente? Da cosa dipende? Dalla famiglia, dalla religione o da sé stesso?»

Cast

& Credits

REGIA: Emanuele Scaringi, Phaim Bhuiyan. CREATORI: Emanuele Scaringi, Vanessa Picciarelli, Phaim Bhuiyan. SCENEGGIATURA: Emanuele Scaringi, Vanessa Picciarelli, Phaim Bhuiyan, Dario D’Amato, Giulia Gianni, Giulio Carrieri. FOTOGRAFIA: Simone D’Onofrio. MONTAGGIO: Gianluca Scarpa, Natascia Di Vito. SCENOGRAFIA: Flaviano Barbarisi. COSTUMI: Francesca Casciello. MUSICA: Pino Pecorelli, Dario Lanzellotti. CAST: Phaim Bhuiyan, Carlotta Antonelli, Pietro Sermonti, Simone Liberati, Nilima Mittal, Rishad Noorani, Raja Sethi, Martina Gatti, Nasima Akhter Bhuiyan, Sahila Maiuhddin, Sanjia Haque, Fabian Durrani, Tangir Ahammed Miah, Tiziano Sgarbi, Alessia Giuliani, Eva Grieco. PRODUZIONE: Rai Fiction, Fandango.

CONTATTI: Fandango fandango@fandango

Menu