39° TORINO FILM FESTIVAL
BACK TO LIFE

SANTA MARADONA

SANTA MARADONA
di Marco Ponti
Nazione: Italia
Anno: 2001
Durata: 99'


Opera prima di Marco Ponti, la storia dell’ingresso nel nuovo millennio e nelle età adulta di un gruppo di amici nella Torino post-industriale. Film culto per un’intera generazione, un nuovo modo di raccontare una città, con alcuni giovani interpreti, da Stefano Accorsi a Libero De Rienzo ad Anita Caprioli, destinati a diventare famosi. Il titolo rende omaggio al mitico calciatore e alla canzone di Manu Chao che lo celebrava. Restauro digitale in 4K realizzato da Augustus Color e Museo Nazionale del Cinema, in collaborazione con Rai Cinema e Lucky Red.

Biografia

regista

Marco Ponti

(Avigliana, Torino, 1967), laureato in lettere moderne all’Università di Torino, tra il 1995 e il 1996 ha frequentato il corso di sceneggiatura della Scuola Holden e nel 1997 il corso di formazione Rai per sceneggiatori. Ha esordito come sceneggiatore con Benvenuto a San Salvario di Enrico Verra (1999), vincitore del Premio European Film Academy, e come regista con il corto Amsterdam (1999). Nel 2001 ha trovato il successo con il primo lungo Santa Maradona, a cui sono seguiti A/R Andata + Ritorno (2004), Passione sinistra (2012), Io che amo solo te (2015), La cena di Natale (2016) e Una vita spericolata (2018). Ha lavorato per la televisione curando le regie dello spettacolo Novecento di Alessandro Baricco (2004) e girando Ti amo troppo per dirtelo (2010). Dal 1997 collabora con la Scuola Holden di Torino e dal 2018 con il Giffoni Film Festival. Ha diretto video musicali (Vasco Rossi, Jovanotti, Elisa, Emma), spot e documentari (Eravamo schiavi, 2019). Nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo: Ombre che camminano. Nel 2018 ha fondato con Michele Straniero la casa di produzione Sugarland Srl.

FILMOGRAFIA

Amsterdam (cm, 1999). Santa Maradona (2001), A/R Andata + Ritorno (2004), Ti amo troppo per dirtelo (tv, 2010), Passione sinistra (2012), Io che amo solo te (2015), La cena di Natale (2016), Una vita spericolata (2018), Eravamo schiavi (doc, 2019), Il mio anno stranissimo (cm, 2021).

Dichiarazione

regista

«Già all’epoca della sua uscita dissi che mi sembrava un film lontanissimo dal concetto di film generazionale perché non voleva raccontare nello specifico una generazione. Se avessi voluto ottenere un simile risultato lo avrei chiamato Giovani, carini e disoccupati! Invece l’utilizzo di un titolo così criptico mi serviva a sottolineare il fatto che non avessi idea di quale generazione stessi parlando. Volevo fotografare uno stato d’animo e immortalare il passaggio all’età adulta.

Cast

& Credits

REGIA, SOGGETTO, SCENEGGIATURA: Marco Ponti. FOTOGRAFIA: Marcello Montarsi. MONTAGGIO: Walter Fasano. SCENOGRAFIA: Andrea Rosso. COSTUMI: Marina Roberti. MUSICA: Motel Connection, Mano Negra. CAST: Stefano Accorsi, Anita Caprioli, Libero De Rienzo, Mandala Tayde, Domenico D’Alessandro, Fabio Troiano. PRODUZIONE: Mikado Film, Harold, Rai Cinema. COPRODUZIONE: Tele+.

CONTATTI: Museo Nazionale del Cinema info@museocinema.it

.
Menu