Nazione: Angola
Anno: 1985
Durata: 95'


Immerso nella tormentata atmosfera della notturna Mexico City, questo dramma romantico e urbano, descrive un inquieto mondo nel quale la segregazione, la disperazione economica e la sovrappopolazione hanno intorpidito i sensi e i sentimenti. Di notte le strade, illuminate da luci abbaglianti, si riempiono di gente e denaro facile; la viva vita notturna è interrotta di tanto in tanto dal passaggio della polizia. I sogni sono pieni di promesse che non possono essere mantenute. Tuttavia, all'interno di questa sovrappopolata Babilonia del Terzo Mondo, l'amore esiste, ma solo fra il destino di spiriti affini, solo raramente per scelta personale. Maria si rompe una caviglia mentre fugge da una prigione femminile. Sola sulla strada è caricata da Julian, un camionista che, come veniamo a sapere, è un contrabbandiere. Lui la porta in un luogo sicuro dove, scoprendosi reciprocamente dei fuori legge, la fiducia rispettiva si trasforma in amore. Julian è chiamato fuori per lavoro. Maria rimane a riposare. Guarita e annoiata, la donna si mette alla ricerca di Marta, una vecchia amica che lavora come prostituta e con il suo aiuto trova il modo di guadagnarsi da vivere lavorando nelle strade e nelle sale da ballo dove ricchi e poveri pagano per i suoi favori. Sole e bisognose d'affetto Maria e Marta rinnovano l'amicizia che le legò in prigione. Maria prende una stanza in un piccolo hotel, e con l'aiuto di Marta vi porta la clientela più ricca. Luis, un ricco uomo d'affari si innamora di Maria e le chiede di diventare la sua amante. Sebbene lo disprezzi, Maria accetta. Maria viene a sapere che Julian è stato trattenuto dalla polizia ma che presto verr` rilasciato. Aspettando la sua occasione, Maria sottrae una grossa somma di denaro a Luis. L'uomo, che teme un'indagine della polizia, chiede alla donna di lasciarlo. Maria, il cui piano procede alla perfezione, va ad Acapulco ad attendere il rilascio di Julian. Ma quando, dopo essere ritornati a Mexico City, Julian se ne va dall'appartamento di Maria, la giovane viene arrestata dalla polizia, e il ciclo della sua vita ricomincia un'altra volta. "Una storia d'amore e di solitudine in un ambiente di scenografia urbana, all'intemo di quella solitudine di cemento armato che è il 'Distrito Federal' (Citt` del Messico). L'amore è una indiscrezione nella misura in cui appena lo conosciamo. La prostituzione come forma di vita attraverso la via della promiscuit` della carne e dello scontro delle emozioni. La rapina come affermazione della condizione imposta ed il godimento della realizzazione con successo di un desiderio proibito. Amare la clandestinit` sapendo con massima certezza che il carcere è il primo e l'ultimo luogo al quale si appartiene. Il destino non è altro che un momento della quotidianit`. Il destino è quasi sempre... le mura di una prigione. Questo è un film improbabile su di una storia d'amore probabile. Ovvero, come dice la canzone: Amore in qualunque angolo / donna contro il mal di solitudine / signora mi dica se può / ricordarmi un istante / la passione di chi si d` / una volta si ama / dopo la vita è soltanto ricordare." (Alberto Cortés Calderón)

Biografia

regista

Alberto Cortés Calderón

Alberto Cortés Calderón è nato in Messico nel 1952. Ha frequentato il "Centro Universitario de Estudios Cinematográficos" della UNAM dal 1973 al 1979, specializzandosi in regia e montaggio.

FILMOGRAFIA

Una pelicula sobre Judith (Super8, 1973), Vacio (Super8, 1974), La Institución del Silencio (documentario, 16mm, 1975), 20 de marzo (documentario, 16mm, 1976), La Indignidad y la Intolerancia Seran Derrotadas (documentario, 16mm, 1977), El servicio (16mm, 1978), Alternativa (documentario, 16mm, 1979), La montana de Guerrero (documentario, 16mm, 1980), La Tierra de los Tepehuas (documentario, 16mm, 1982), Papagos (documentario, video, 1983), Yaquis (documentario, video, 1983), José Astorga (documentario, video, 1983), Vivir mi vida en Nogales (video, 1984), Buseame en Matamores (video, 1984), Amor a la vuelta de la esquina (1985).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Alberto Cortés Calderón.
Soggetto: dal racconto "El Astrágale" di Albertine Sarrazín.
Dialoghi: José Augustín.
Fotografia: Guillermo Navarro.
Musica: José G. Elorza.
Suono: Sergio Zenteno e Claudia Arguello.
Montaggio: Juan Manuel Vargas.
Interpreti e personaggi: Gabriela Roel (Maria), Alonso Echanove (Julian), Leonor Llausas (Leonor), Martha Papadimitriou (Marta), Juan Carlos Colombo (Luis), Emilio Cortés (Emilio), Daniel Gonzáles (Arturo), Alberto Rodriguez (Jaime), Pilar Pellicer, Jaime Garza, Octavio Galindo.
Produzione: Producciones Emyll S.A.
Vendita all'estero: Atzeca Films Inc., 555 N. La Brea, Los Angeles, CA. 90036. Tel: 213-9382413. Telex: 674396 ATZECA LSA.
Menu