Nazione:
Anno:
Durata: 52'


"Il cinema cinese ha una lunga e prestigiosa storia. Ma non c'è dubbio che alcuni dei suoi film migliori siano stati realizzati negli ultimi anni. La recente produzione cinese è infatti una fra le più vivaci e innovative del mondo come dimostrano d'altro canto i numerosi premi e riconoscimenti ottenuti in diversi festival internazionali. Questi recenti successi e risultati sono dovuti al lavoro di una nuova generazione di giovani cineasti, sceneggiatori e direttori della fotografia.
Il documentario, che raccoglie degli spezzoni di alcuni film cinesi degli ultimi anni, esamina lo sviluppo di questo Nuovo Cinema e guarda alle origini del movimento, nato in piccoli studi regionali (essenzialmente in quelli di Guangxi e Hunan). Nel contempo tocca una delle principali controversie dell'industria cinematografica cinese: la maggior parte dei recenti successi internazionali sono stati un fallimento, dal punto di vista commerciale, in patria, e questo ha portato alcuni a esortare una minore attenzione all''arte cinematografica' e un maggior interesse, invece, ai bisogni delle masse.
Il documentario è stato girato principalmente negli studi di Beijing, Van e Shanghai. Le interviste includono il grande cineasta Ling Zifeng, i capi degli studi di Van e Shanghai (Wu Tianming e Wu Yigong) nonché alcuni dei più rappresentativi cineasti della nuova generazione. Nella storia cinese moderna, non per la prima volta, un movimento è partito dalla periferia per estendersi alle grandi citt`. Il Nuovo Cinema Cinese è nato molto lontano dagli storici centri di produzione di Shanghai e Beijing e i soggetti trattati sono spessissimo legati alla realt` rurale. Guardando alla realt` del paese con uno sguardo fresco, il Nuovo Cinema ha iniziato a scoprire un'estetica cinematografica segnatamente cinese.
Nel fare questo documentario ci siamo dati alcune priorit`: innanzitutto di permettere ai cineasti di parlare nel dettaglio del loro lavoro, in secondo luogo di rendere evidente che la produzione odierna della Cina è una delle più vitali del mondo." (Tony Rayns)

Biografia

regista

Tony Rayns

Tony Rayns è nato a Oxford nel 1948 ed è cresciuto in Inghilterra e in Olanda. Dopo la laurea a Cambridge ha insegnato al Royal College of Art e ha pubblicato dei libri su Fassbinder, sul cinema cinese e su Mizoguchi. Fra le sue realizzazioni ricordiamo Dolphin Grove (1968), Stone Groove (1969), Uriel: Overdrive (1970), Hellbound on My Trail (1970), Killer from Degree Zero (1972), New Cinema in China (1988).

Cast

& Credits

Regia e sceneggiatura: Tony Rayns.
Fotografia: Simon French, Larry Sider.
Montaggio e suono: Larry Sider.
Direttori di produzione: Simon Hartog, John Ellis.
Produzione: Large Door Ltd (London) China Film Corp. (Beijing).
Vendita all'estero: Large Door, 41 & 45 Beak St., London Telex: 94013376.
Menu